Arriva l'assistente per le neomamme
Thinkstock
Arriva l'assistente per le neomamme
Società

Arriva l'assistente per le neomamme

Si chiama MammAssistant e accompagna le donne dopo il parto: dalla casa all'accudimento del bebè

C'era una volta la Famiglia, con la maiuscola, quel "clan" che oltre a madre, padre e figli comprendeva anche nonni e zii: una vera rete di salvataggio per le donne, spesso alle prese con la novità e le paure del post partum. Ma oggi che le donne lavorano, vivono spesso in grandi città o comunque lontane dalla famiglia d'origine, i primi mesi di vita dei figli possono diventare molto duri da affrontare da sole. E' pensando a loro, mamme single o che non possono contare su nonni e parenti vari, che è nata la MammAssistant, una sorta di "balia" per le donne che possono aver bisogno di un supporto.

A differenze delle "vecchie" tate, però, queste speciali assistenti hanno una preparazione professionale curata da esperti di pedagogia, psicologia, fisiologia e puericultura. Non sono dunque delle semplici baby sitter, sebbene si occupino anche del benessere del neonato, né sono delle colf. Possono, però, aiutare le neomamme a sbrigare le faccende domestiche o fare qualche acquisto di prima necessità, se le donne sono particolarmente stanche o impegnate. Le assistenti mamme, poi, sono soprattutto delle figure che supportano le donne in un momento della vita che può essere molto delicato: l'arrivo di un bambino può rompere gli equilibri di una coppia, può dare forti emozioni non sempre facili da gestire da sole, o può semplicemente far sorgere mille dubbi sulla gestione del neonato.

Insomma, le paure possono essere molte e, se non si ha una mamma o un'amica "nelle vicinanze", ecco che la speciale assistente accorre in aiuto con la sua competenza. Per diventare MammAssistant, infatti, occorre aver seguito un corso, partito in forma sperimentale a Milano, ma destinato ad essere esteso anche in altre città. Ad organizzarlo sono l'associazione LaLunanuova e la Cooperativa Altana-La Casa Tagesmutter , che hanno pensato di unire le forze per fornire tutto il supporto di una rete sociale che spesso manca (o è sottodimensionata o poco nota, come nel caso dei consultori).  

Dopo aver seguito un corso di 100 ore, un team di esperti e docenti ha esaminato le aspiranti MammAssistant, "laureandone" 10, che ora sono pronte a diventare veri "angeli custodi" per le neomamme. Nulla a che vedere, dunque, con la super tata che Kate e William stanno cercando per il piccolo Geo rge, per sostituirli quando sono impegnati nei numerosi eventi che riguardano la Casa Reale. Nè una baby sitter o una nanny onnipresente che di fatto sostituisce la mamma, quando questa è una star impegnata in apparizioni o su set in ogni angolo del mondo. Semplicemente una moderna "balia" per comuni mortali.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti