Social

Delfy, l’oracolo che legge nel futuro dei dati (anche di quelli elettorali)

Le tracce che lasciamo in Rete ci dicono molto dell’attuale contesto socio-politico. Ecco come interpretarle attraverso l’analisi dei big data

Cosa sono i big data? Un modo chiaro - e per certi versi sorprendente - per capirlo sta nel vedere in azione le soluzioni che si occupano di immagazzinare e “digerire” i dati provenienti dalla Rete.

The World Post, società tutta italiana specializzata nello sviluppo di software, ha mostrato in anteprima a Panorama.it le opportunità offerte da una nuova applicazione nata per intercettare l’Universo di informazioni provenienti dai social network e dai media, sia online che quelli tradizionali, per distillarne i messaggi significativi.

Il software, denominato Delfy, si basa su un sistema di intelligenza artificiale che si occupa non solo di filtrare i dati per categorie e parole chiave, ma anche di interpretare gli umori degli utenti nelle conversazioni più rilevanti, ciò che nel gergo di Internet si definisce sentiment.

"Le statistiche ci dicono che ogni minuto su Internet ci sono 900 milioni di utenti che si collegano a Facebook, 3 milioni e mezzo di ricerche su Google, 46 mila upload su Instagram e 4.1 milioni di video su YouTube", spiega Paolo Bonetti, CEO e fondatore della società. "Ascoltare e interpretare queste informazioni ci può dire molto dell’attuale contesto sociale e politico che stiamo vivendo".

Per avere un saggio del sistema, abbiamo chiesto ai creatori di Delfy di mostrarci in tempo reale quali sono le indicazioni provenienti dalla Rete e dagli altri organi di informazione sulle prossime elezioni politiche. Il risultato in questo video.

Leggi anche

Ti potrebbe piacere anche