Samsung, Apple
Smartphone & Tablet

Il Samsung Galaxy S4 sarà l’ultimo anti-iPhone

Poi, dal prossimo anno, la società coreana proverà a dettare i giochi, sfornando smartphone più originali, con un sistema operativo proprietario e capaci di interagire in modo più profondo (e sorprendente) con tutta l’elettronica casalinga

Ricordate il primo smartphone di Samsung? Si chiamava Omnia i900 ed era in buona sostanza un telefono full-touch basato su Windows Mobile. La casa coreana provò a convincerci che quella fosse un’alternativa molto più completa rispetto all’iPhone, ma le bugie – anche in campo tecnologico – hanno le gambe corte e l’Omnia i900 si rivelò ben presto per quello che era: una brutta copia del Melafonino.

Da quel proto-smartphone sono passati ormai cinque anni, ma sembra un’eternità. Perché nel frattempo Samsung di strada ne ha fatta, e anche parecchia. Ha lavorato – e bene – nello sviluppo tecnologico, ha sposato un sistema operativo di successo come Android e ha promosso i suoi prodotti dal punto di vista del marketing come nessun altro al mondo.

Così, alla vigilia del lancio del Galaxy S4 possiamo dirlo senza timore di smentita: la grande rincorsa ad Apple è finita. Sì, l’iPhone resta ancora il modello più venduto a livello globale (dati Strategy Analytics ), ma l’impressione è che Samsung abbia messo la freccia e che da un momento all’altro possa comunicarci di avere fra le mani lo smarphone più desiderato del mondo.

Già, e poi? Quale altra sfida attenderà il colosso coreano dopo che avrà piazzato l’ultima e decisiva stoccata al rivale numero uno? Cercherà di salvaguardare il primato in modo conservativo o proverà ad alzare ancora l’asticella?

Ho più di un motivo di pensare che qualcuno – nel quartier generale di Seoul – sia già al lavoro sulla seconda ipotesi. Samsung, in buona sostanza, starebbe già pensando al Galaxy S5 e a tutti i terminali che verranno. Non più nell’ottica di raggiungere e superare i prodotti di Cupertino ma con l’intenzione di aprire un capitolo tutto nuovo, più innovativo e soprattutto più originale.

Samsung dispone ormai di tutta la tecnologia necessaria per costruirsi in casa dispositivi di successo, ha squadre di ingegneri sparse in tutto il mondo e ha le economie di scala per poter massimizzare i suoi profitti. Ma soprattutto sta maturando l’idea di smarcarsi definitivamente dall’ombra dell’iPhone. Difficile dire quanto, in questo processo di maturazione, abbiano influito (e stiano influendo) i vari processi legali nei quali l’azienda coreana è coinvolta con l'accusa di appropriazione indebita (di brevetti Apple).

Fatto sta che il processo di emancipazione da Apple e dal suo prodotto simbolo è ormai in stadio avanzatissimo. Samsung ha ormai trovato la quadratura del cerchio per quanto riguarda interfaccia touch e sistema operativo e può dedicarsi anima e corpo nella progettazione di tutte quelle piccole e grandi innovazioni (perlopiù software) che al giorno d’oggi fanno di un telefono un oggetto sempre più smart. E diverso dagli altri. Ne è un esempio Smart Scroll , una delle tecnologie più attese del nuovo Galaxy S4 che permetterà agli utenti di scorrere le pagine Internet (e quelle di altre applicazioni) con la sola imposizione degli occhi.

Ma cosa dobbiamo aspettarci in concreto dagli smartphone che verranno? Secondo Haydn Shaughnessy ,giornalista di Forbes, la prossima frontiera della telefonia intelligente Made in Corea sarà quella dell’interazione spinta con tutto l’ecosistema digitale delle nostre case. Samsung è infatti una delle poche aziende di elettronica a 360 gradi, con un catalogo di prodotti ad ampio raggio che va dallo smartphone al tablet, dalle televisioni alle fotocamere, dai PC agli elettrodomestici. Ma soprattutto sta sviluppando internamente un sistema operativo – Tizen – pensato proprio per far dialogare tutti questi dispositivi fra di loro.

Insomma dopo tanto chiacchiericcio sulla domotica (una di quelle cose che – come la robotica – sembra sempre dietro l’angolo ma in fin dei conti non arriva mai) qualcosa potrebbe muoversi davvero.

Godiamoci quindi l’avvento del nuovo Galaxy S4 ma facciamo un nodo al fazzoletto per il 2014, ché forse il bello deve ancora arrivare.

Seguimi su Twitter: @TritaTech

Ti potrebbe piacere anche