Huawei
Smartphone & Tablet

Smartphone e tablet: tutte le novità del Mobile World Congress 2017

Da Huawei P10 al Nokia 3310, passando per BlackBerry, LG e Alcatel. Ecco i modelli di punta svelati a Barcellona

Conclusa l'edizione 2017 del Mobile World Congress, possiamo tirare le somme sulle novità principali. Sentirete dire che l'edizione è stata quella più sottotono degli ultimi anni, soprattutto per la mancanza di Samsung (che c'era ma non con il Galaxy S8). Non sarebbe giusto giudicare una fiera solo per l'assenza di un protagonista visto che le concorrenti non hanno lesinato sulle innovazioni apportate ai loro prodotti.

Pensiamo a Huawei e al miglioramento della doppia fotocamera di P10 e P10 Plus, al design unico di LG G6 ma anche al tentativo di Nokia e BlackBerry di riportare in auge due marchi in ombra negli ultimi anni. Insomma, di temi e prodotti ve ne sono parecchi, con la sensazione che tanti marchi abbiano colto l'occasione di una manifestazione senza un filone centrale per proporsi a un pubblico più vasto. Dalla Cina di Nubia alla Francia di Alcatel e Wiko: il 2017 è un anno di sicura transizione e la voglia di sperimentare vista a Barcellona lo dimostra.

Click o swype a destra per scoprire le novità più interessanti direttamente dalla Spagna!

Le novità di Huawei

Sono arrivati il P10 e il P10 Plus, due smartphone che rinnovano i campioni di vendite P9 e P9 Plus. Sul più grande c'è una super fotocamera con funzionalità "Pro" ma anche il 5,1 pollici conserva sul retro l'interessante doppia lente per lo scatto. Se gran parte della presentazione si è concentrata sulla partnership con il Pantone Institute, per la realizzazione di due colori esclusivi, un motivo ci sarà: molto marketing e poche rivoluzioni, almeno rispetto a quanto ci si aspettasse (tanto). Restano ottimi telefoni, i più eleganti e completi di Huawei visti sinora: qui le prime impressioni.

Le novità di LG

Non c'è più il retro modulare, ovvero la possibilità di agganciare accessori e gadget per gli usi più diversi (foto, audio, video). Il motivo? L'utenza non ha risposto come LG sperava e allora meglio cambiare passo. Ecco uno smartphone essenziale, con un super schermo da 5,7 pollici in un corpo d 5,2 e un formato 18:9 mai visto fino ad oggi e molto interessante. Lo abbiamo anticipato qui.

Il ritorno di Nokia

A qualcuno importa di qualcos'altro che non sia il ritorno del 3310? Il telefonino che ha segnato storia della mobilità ha adesso uno schermo a colori, uno Snake più moderno, e autonomia super, migliore anche di quella originale. Non è potenziato da alcun sistema operativo intelligente ma si connette al Wi-Fi per usare i social network e il browsing. In calce a tutto ciò abbiamo visto i Nokia 3,5 e 6 che arriveranno più in là anche in Europa nei prossimo mesi. Qui intanto la prova del 3310.

Il colpo di coda di BlackBerry

Ha una tastiera fisica con funzioni personalizzabili, Android Nougat e possibilità di selfie con il grandangolo. Difficilmente ruberà la scena ai top di gamma, soprattutto perché costa tanto, 599 euro, troppo per chi vuole rilanciarsi in un mercato che ha dimenticato la keyboard fisica per puntare su altro, tipo la fotocamera e la realtà virtuale. Eppure BlackBerry mantiene tutto il suo fascino.

Le strategie di Sony

Xperia XZ Premium è il primo smartphone al mondo con un display 4K HDR. Vuol dire integrare la stessa tecnologia dei televisori Bravia, con una restituzione dei colori a livelli mai raggiunti su un apparato mobile. La visione è tutto e per questo a bordo c'è anche una fotocamera Motion Eye, che mette a fuoco un soggetto in movimento senza difficoltà, fin quando non si sceglie di imprimere l'immagine in un file. Anche lo slow motion non delude: fino a 960fps, più del quadruplo di quello che può fare l'iPhone 7. Le nostre impressioni qui.

I tablet di Samsung

Sono arrivati i Galaxy Tab S3 e Galaxy Book (in due polliciaggi diversi). Cosa portano di nuovo nel settore specifico? Ben poco, ovvero un deisgn più elegante, un aggiornamento software (Android sul primo, Windows 10 sugli altri due) e la possibilità di utilizzare una S Pen ancora migliore, persino delle matite realizzate in collaborazione con Staedtler. Noi aspettiamo il Galaxy S8, che dista solo una ventina di giorni.

Motorola con Lenovo

Confermato l'arrivo di Moto G5 e del Moto G5 Plus, smartphone interessanti che intendono azzannare la fascia media del mercato. Lo faranno con prezzi accessibili di 199 euro per il primo, 299 euro per il secondo. La novità potrebbe essere l'aggiornamento prossimo che includerà Alexa, assistente digitale di Amazon già a lavoro sullo speaker Echo.

Le novità di Alcatel

A5 LED potrebbe vantare il titolo di smartphone più estroso del Mobile World Congress. Dietro un classico Android si nasconde infatti un retro ricoperto da una serie di LED, che si illuminano con motivi e e colori differenti, a seconda delle notifiche e della musica riprodotta. C'è poi Idol 4 Pro con Windows 10, che può sfruttare la funzione Continuum per trasformare in un PC un display esterno e infine Alcatel Plus 12, il secondo 2-in-1 della casa che tenta di approcciare un pubblico più professionale ed esigente. Qui le nostre impressioni.

Wiko WIM

Archiviata la serie U Feel, Wiko guarda avanti con due nuove generazioni che si chiamano WIM e U Pulse. La prima è quella top, con due fotocamere sul retro (che riprendono anche in 4K) e accessori abbinati davvero interessanti. U Pulse prosegue la strategia di mezzo di U Feel con prodotti meno dispendiosi ma pur sempre eleganti e piacevoli da usare. 

L'Europa di Nubia

Dopo gli ottimi Z11, Z11 Mini e N1, Nubia porta a Barcellona N1 Lite, decisamente più "cheap" dei precedenti visto il materiale e le specifiche tecniche. Eppure si ha sempre la sensazione di avere a che fare con un prodotto di valore, sia nella resa ergonomica che nelle finiture su bordi e cover. Ha 3.000 mAh di memoria e soprattutto una versione stock di Android, anche se solo Marshmallow. Dovrebbe costare sui 149 euro in Italia.

Ti potrebbe piacere anche