Apple
Smartphone & Tablet

Nuovo iPad: le 5 novità che possiamo aspettarci

Dimensioni, colori, display, prestazioni e applicazioni: le previsioni più attendibili sulla nuova collezione di tablet che Apple si appresta a lanciare

Fra poco più di una settimana, il 16 ottobre, Apple presenterà la sua nuova lineup iPad. A poco più di un mese dal lancio dei nuovi iPhone, dunque, un altro pezzo pregiato della collezione della Mela è pronto a rifarsi il trucco.

Le aspettative, va detto, sono meno elevate rispetto al Melafonino, un po’ perché il mercato delle tavolette non è così effervescente come quello degli smartphone, e un po’ perché gli attuali modelli della società americana - l’iPad Air e l’iPad Mini Retina - sembrano aver già raggiunto un eccellente stadio di maturità. Tuttavia c’è molta curiosità per capire in che modo Apple saprà reinterpretare un dispositivo che ha comunque bisogno di essere rinvigorito, sia per motivi anagrafici, che commerciali.

In questo articolo cercheremo di analizzare quali sono le cinque previsioni più attendibili sul nuovo tablet di Cupertino [scorri avanti]

1. Ancora due modelli (nell’attesa del grande iPad)

iPad Air e iPad Mini Retina: si riparte da dove c’eravamo lasciati. Una versione da 10 pollici e l’altra da quasi 8 pollici. Difficile, almeno per il momento, che Apple possa tirar fuori dal cilindro anche un terzo modello da quasi 13 pollici. Per quanto le indicazioni provenienti dal mercato siano piuttosto evidenti, l’impressione è che la società di Tim Cook abbia bisogno di ancora un po’ di tempo per sviluppare - soprattutto sul lato software - un prodotto che, al di là delle dimensioni, sia capace di offrire un valore aggiunto dal punto di vista professionale.

2. Un display migliore e più sottile

La nuova generazione di iPad potrebbe utilizzare un display tutto nuovo costruito in modo stratificato, proprio come su iPhone. Ciò garantirebbe un miglior angolo di visione, un minor consumo energetico ma anche un’ulteriore riduzione dello spessore (di circa mezzo millimetro). Se così fosse, scommettono alcune fonti, Apple potrebbe anche decidere di eliminare il tasto mute situato a fianco dei tasti volume per conferire al tablet un maggior effetto “slim”.

3. Un motore più potente

A livello prestazionale, i nuovi iPad saranno senza dubbio più potenti dei loro predecessori. Il nuovo processore A8, appena presentato con l’aggiornamento ad iPhone 6, sarà infatti presumibilmente integrato anche nelle versioni 2014 di iPad Air e iPad Mini Retina. L’upgrade al cuore del tablet garantirà un duplice vantaggio: da un lato fornirà “cavalli” in più necessari a migliorare la velocità di esecuzione delle applicazioni (soprattutto alla luce dell’aggiornamento del sistema operativo ad iOS 8), dall’altro aiuterà a ridurre i consumi di batteria.

4. Touch ID

Fra i componenti ereditati da iPhone ci sarà quasi certamente anche Touch ID. Il lettore di impronte digitali lanciato da Apple lo scorso anno sull’iPhone 5S e riconfermato anche sui nuovi modelli, ha dimostrato in questi mesi di essere affidabile e al tempo stesso di poter abilitare tutta una serie di opportunità applicative legate al mondo della sicurezza. Fra queste c’è ovviamente Apple Pay, il sistema di pagamento basato su NFC che secondo molti potrebbe rivoluzionare il settore delle transazioni in mobilità.

5. Più scelta nei colori

Sia l’iPad Air che l’iPad Mini Retina sono attualmente offerti in due sole tonalità, una chiara (silver) e l'altra scura (mineral gray). Probabile che Apple approfitti dell’occasione per presentare almeno una terza variante di colore nell’ottica di arricchire le possibilità di scelta per i consumatori. Se, come tutto lascia supporre, si tratterà della tinta oro, Apple si ritroverebbe con una nuova linea iPad in perfetto pendant con l’attuale catalogo iPhone.

Ti potrebbe piacere anche