Wikimedia Commons
News

Perché la bomba della Corea del Nord non può essere all'idrogeno

La scossa non è compatibile con un ordigno termonucleare. Forse Kim Jong-un non si sente abbastanza considerato nella classifica dei cattivi

Preoccupazione e sdegno in tutto il mondo per l'esperimento nucleare della Corea del Nord, annunciato il 6 gennaio dal paffuto leader Kim Jong-un.

Eppure, potrebbe essere più che altro una sparata propagandistica, forse dettata dal fatto che fra i cattivi della terra il giovane leader di Pyongyang non si sentisse considerato abbastanza, all'ombra, soprattutto per gli occidentali, dell'Isis.

Per la verità questo dubbio è soprattutto frutto dello scetticismo degli Stati Uniti.

Gli esperti americani infatti hanno subito sostenuto che difficilmente l'esplosione di cui si è vantato il leader nordcoreano può essere stata quella di una bomba termonucleare o bomba all'idrogeno (bomba H).

Vediamo i perché di questo scetticismo.

La scossa

Il principale elemento di dubbio riguarda la scossa sismica provocata dall'esplosione.

Secondo i dati registrati dalla Corea del Sud, l'evento di questa settimana avrebbe generato un terremoto di 4.8 scala Richter, 5.1 secondo gli Stati Uniti.

In sostanza, una potenza fra i 6 e i 10 chilotoni (kt), quindi inferiore a quella della bomba atomica sganciata su Hiroshima nel 1945.

Potenza inferiore all'esperimento del 2013

Secondo il New York Times, l'esplosione di questa presunta bomba all'idrogeno avrebbe generato una potenza addirittura inferiore a quella dell'ultimo esperimento nucleare della Corea del Nord prima di questo.

Nel 2013 infatti, un'esplosione atomica dimostrativa di Pyongyang aveva generato 8 chilotoni, contro i 6 di quest'ultima (il Nyt opta quindi per la stima al ribasso).

La bomba sovietica

Nel 1961 l'esperimento termonucleare dell'Unione Sovietica, in codice, "Tsar Bomba" fu di 50.000 kt, la maggiore potenza mai generata da un'esplosione di una bomba all'idrogeno.

Nel 1954, gli Stati Uniti fecero esplodere "Bravo" che generò 15000 kt.

Sono le maggiori esplosioni termonucleari fino a oggi registrate.

Boosted atomic bomb

Come ha sottolineato Bruce Bennett, analista della RAND Corporation, l'ordigno testato dalla Corea del Nord potrebbe essere una cosiddetta "boosted atomic bomb", un'atomica rinforzata.
Sarebbe un passo vanti nella potenza distruttiva di Kim Jong-un, ma non si avvicinerebbe nemmeno alla forza di una bomba H.

North Korean test unlikely to be hydrogen bomb ?" Bennett, NkNews

Bomba miniaturizzata per stare su un missile

Altra ipotesi. Sempre Bennet a NkNews ha detto che secondo quanto annunciato dalla propaganda del governo della Corea del Nord, questa volta si sarebbe trattato di una bomba "miniaturizzata".

Vale a dire una bomba progettata per stare su una testata di un missile balistico. E questa miniaturizzazione potrebbe aver funzionato male, causando quindi il calo di potenza.

I cinque del club

Sono solo cinque i paesi al mondo in possesso della tecnologia per le armi termonucleari, tutti membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite:
Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Francia e Cina.

La faccenda però resta molto preoccupante

Naturalmente lo scetticismo a proposito della bomba all'idrogeno di Kim Jong-un non rende meno preoccupante la faccenda, per il mondo intero, ma soprattutto per la Corea del Sud.

Già una potenza nucleare fuori da ogni consesso internazionale crea notevoli timori.

Ma una leadership che in modo paranoico sente il bisogno di farsi considerare dai propri nemici come forte e pericolosa è fonte di inquietudine quasi irrazionale.

Anche perché il carattere del leader della Corea del Nord sembra indicare una sempre maggiore ossessione, sia nel dimostrare all'interno del paese e in particolare della cricca al potere la propria potenza, sia nella competizione a distanza con il padre e il nonno.

Venerdì sarà il compleanno del leader e l'esperimento gli sarà sembrato una specie di regalo che si è meritato.
Inoltre, si avvicina il momento del Congresso del partito unico (il Partito dei Lavoratori) che sarà in maggio, e al quale Kim Jong-un vuole arrivare con il massimo della gloria.

[Fonti: New Yorker, New York Times, North Korea News, Wikipedia, Washington Post]

Ti potrebbe piacere anche