Hasta la victoria siempre Papa FranChesco
Ansa/Foto
Hasta la victoria siempre Papa FranChesco
News

Hasta la victoria siempre Papa FranChesco

Tra Karl Marx e Che Guevara così si tenta di far diventare Bergoglio una caricatura di sinistra

Il Papa che riceve un crocifisso a forma di falce e martello, il Papa fianco a fianco al presidente Evo Morales con il cappello indio, il Papa che afferma che prima della proprietà privata c’è la destinazione universale dei beni. È facile cadere nella tentazione di ridurre Francesco in una sorta di icona o peggio, una caricatura, di sinistra. In realtà il suo viaggio in Ecuador, Bolivia e Paraguay è stato qualcosa di molto diverso: Bergoglio ha delineato in maniera sempre più netta il suo pensiero sociale e le priorità della sua missione pastorale. 

Se quello di Giovanni Paolo II è stato il pontificato del confronto con il regime comunista fino alla caduta del Muro di Berlino, quello di Benedetto XVI è stato un pontificato pedagogico per la rievangelizzazione dell’Europa, quello di Francesco si pone come il pontificato che si fa voce degli ultimi e degli esclusi, che combatte contro la «cultura dello scarto» e dell’indifferenza.

Un Papa comunista?
Di comunista c’è poco o nulla. Pochi minuti dopo aver ricevuto in dono il crocifisso sulla falce e martello, nel discorso a braccio davanti alle autorità della Bolivia il pontefice ha aggiunto a braccio: «La fede è una luce che non abbaglia, l’ideologia abbaglia». Allo stesso modo, dopo il lungo discorso di Morales ai movimenti popolari, Francesco gli ha risposto: «Non basta nemmeno segnalare le cause strutturali del dramma sociale e ambientale contemporaneo. Noi soffriamo un certo eccesso diagnostico che a volte ci porta a un pessimismo parolaio o a crogiolarci nel negativo. Vedendo la cronaca nera di ogni giorno, siamo convinti che non si può fare nulla, ma solo prendersi cura di sé e della piccola cerchia della famiglia e degli affetti».

In attesa del discorso all'Onu
Il discorso di Bergoglio ai movimenti popolari ha la forza di un’enciclica sociale. È la prima parte di una riflessione che definisce più chiaramente la portata di questo pontificato. La seconda è attesa con il suo intervento alle Nazioni Unite e dinanzi al Congresso Usa in settembre. In America del sud ha parlato ai poveri, in quella del Nord si rivolgerà ai potenti. Le due facce della stessa medaglia della sua sollecitudine per la Chiesa e per il mondo.

Papa Francesco in America Latina

ANSA/OSSERAVATORE ROMANO
Ti potrebbe piacere anche

I più letti