Esteri

Ue contro Orban: che cosa prevede l'articolo 7 del Trattato sull'Unione

Una procedura che, nell'ultima delle tre fasi in cui è suddivisa, può arrivare anche a sospendere i diritti di membership del Paese

Hungary Holds Parliamentary Elections

Redazione

-

L'articolo 7 del Trattato, spesso indicato come "l'arma atomica", è la procedura di infrazione dell'Unione per affrontare i casi di "sistematica violazione" dello stato di diritto nei Paesi membri.

La procedura, nella sua terza e ultima fase, prevede la sospensione dei diritti dello Stato membro, compreso quello di voto. Tuttavia, sono numerosi i passaggi previsti dall'iter per arrivare alle sanzioni.

L'unico precedente, ad oggi, è il procedimento a carico della Polonia, aperto a dicembre 2017, su richiesta della Commissione europea, ancora nella prima fase.

L'articolo 7 può essere attivato da un terzo degli Stati membri al Consiglio, dalla Commissione o dal Parlamento Ue.

Le tre fasi progressive

Nel primo step, quello dell'articolo 7.1, indicato anche come "preventivo", il Paese viene sentito dal Consiglio dell'Ue, che dovrà decidere a maggioranza di almeno 4/5 degli Stati se vi sia un "chiaro e serio rischio di violazione dei valori dell'Unione". In caso affermativo, si apre un periodo di dialogo con il Paese, in cerca di soluzioni. Non sono comunque previsti limiti temporali.

Se nonostante il confronto si ravvisano comunque "violazioni serie e persistenti dei valori dell'Unione", si passa alla fase due, quella del meccanismo sanzionatorio, che può essere avviata da un terzo dei Paesi dell'Ue in Consiglio, o dalla Commissione europea, con l'assenso del Parlamento europeo.

Il Paese in questione viene invitato a presentare le proprie ragioni, prima della decisione, che deve essere comunque presa all'unanimità dal Consiglio europeo (capi di Stato e di governo).

Si passa così alla terza fase dell'articolo 7. Il Consiglio, con una maggioranza qualificata (il 55% dei Paesi Ue, con almeno il 65% del totale della popolazione europea) può sospendere i diritti di membership del Paese, compresi quelli di voto.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La Ue contro l'Ungheria di Orban, spiegato bene

Il Parlamento europeo ha approvato la richiesta di attivazione dell’articolo 7 del Trattato: violazione dello stato di diritto

Ungheria, il ritratto dello strapotere di Orban

La vittoria schiacciante alle elezioni lo ha confermato lo scorso aprile al potere per il terzo mandato consecutivo. Oggi il colloquio con il leader della Lega

Ungheria: perché Orban attacca Soros e le Ong

Il primo ministro accusa il magnate di favorire l’immigrazione islamica di massa per cambiare la natura cristiano-nazionale del Paese

Il successo di Orban, Visegrad e gli errori dell'Europa

La riconferma del Primo Ministro ungherese viene da lontano, mentre l'Ue resta a guardare

Migranti: le armi in mano a Orban dopo il flop

Il primo ministro ungherese non ce l'ha fatta. Ma ha ancora qualche carta da giocare

Ungheria: Viktor Orban, il premier che odia Ue e migranti

Polemico contro l'Europa, filorusso, autoritario: il ritratto del primo ministro magiaro che dice no all'accoglienza

Commenti