Cronaca

Esplosione in un palazzo a Roma: cosa è successo

Un morto e 13 feriti dopo che molte persone si sono buttate dalla finestra per la paura. La causa forse una bombola del gas

Esplosione in palazzo a Roma

Redazione

-

Un uomo di 50 anni è morto e 13 feriti, di cui uno in codice rosso, sono stati trasportati in ospedale dal 118 dopo che un'esplosione e fiamme hanno coinvolto un palazzo alla periferia di Roma.

 

È accaduto intorno alle 3 in via Vito Giuseppe Galati, in zona Palmiro Togliatti. Secondo quanto si è appreso, la vittima è un 50enne napoletano, che è stato trovato morto dai Vigili del fuoco all'interno del bagno, senza finestra, di un appartamento del piano superiore rispetto a quello da cui è partita l'esplosione. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali della città dal 118, intervenuto con sei ambulanze e un'automedica; il più grave al Pertini. Secondo fonti sanitarie, altre persone hanno raggiunto i pronto soccorso con mezzi propri.

L'ipotesi è che l'esplosione sia partita da una bombola del gas trovata all'interno dai vigili del fuoco. In casa non c'era nessuno. Secondo quanto si è appreso, l'inquilina era stata sfrattata tempo fa. "Si e' sentito un boato fortissimo" racconta un soccorritore. Danneggiate anche quattro auto parcheggiate in strada. "Per la paura due persone si sono lanciate dalla finestra" hanno raccontato testimoni.

© Riproduzione Riservata

Commenti