Shani Louk
(Ansa)
Live

Morta Shani Louk, la 22enne tedesco-israeliana rapita da Hamas  al rave

Shani Louk, 22enne divenuta simbolo della violenza di Hamas, è morta. Lo annunciano i famigliari

«Purtroppo ieri abbiamo ricevuto la notizia che mia figlia non è più in vita». L’annuncio arriva direttamente dalla madre di Shani Louk a Rtl.

Arrivata anche la conferma della sorella della giovane, Adi, che ha scritto su Instagram di «dover annunciare con grande tristezza la morte di mia sorella». Manca ancora l’ufficialità da parte della autorità.

Shani Louk era diventata da subito un simbolo della violenza di Hamas. Lo scorso 7 ottobre erano infatti apparse le drammatiche immagini del sequestro di molti giovani al rave vicino al kibbutz di Be'eri e del corpo esanime di Shani sulla parte posteriore del pick-up guidato da terroristi che la esibivano come un trofeo. Ora il suo nome si aggiunge alla lista degli ostaggi morti nelle mani di Hamas, uccisi dalle bombe israeliane o dagli stessi terroristi mentre si trovavano nei tunnel e nei palazzi di Gaza. Sarebbero già più di cinquanta.

I più letti

avatar-icon

Chiara De Zuani