Cultura

Piano B, la mostra immersiva dedicata all'imprenditore Silvio Berlusconi

In un momento in cui mostre e musei vivono ancora nell’incertezza del futuro, il gruppo MilanoCard non si è fermato e ha dato vita a un’esposizione immersiva per il prossimo autunno. «Piano B» racconterà l’Italia dal 1956 al 1993 attraverso la biografia di un uomo: Silvio Berlusconi.

Il titolo scelto della mostra, Piano B, è sinonimo del fatto che Berlusconi, come ogni vero imprenditore, si è sempre tenuto aperto più strade per realizzare i suoi progetti, per realizzare le proprie visioni e affrontare le sfide più complesse. Ma è anche sinonimo dell’alternativa che ha offerto allo sviluppo del Paese.

«Nel 1972 c’è un episodio che crediamo sia fortemente esplicativo di quello che sarebbe stata l’avventura berlusconiana degli anni successivi. Sulla televisione italiana si era aperta una guerra tra partiti e sindacati per decidere su una questione che sarebbe dovuta essere meramente tecnica, si trattava dell’adozione di un nuovo sistema di trasmissione televisivo (PAL) contro quello di minor qualità (SECAM) oltre all’introduzione del colore. Ci vollero sei anni per arrivare all’ammodernamento. Questo è forse il male atavico di un Paese stretto tra voglia di progresso e paura dello stesso, dove molto si consuma in posizioni ideologiche e non pratiche; la storia imprenditoriale di Silvio Berlusconi crediamo possa aiutarci ad interrogarci sul passato e sul futuro» ha raccontato la produzione.

Se negli ultimi 25 siamo stati abituati a sentire parlare solo del Berlusconi politico, «Piano B» guarderà al Berlusconi imprenditore, con tutti i suoi successi e anche le sue contraddizioni. Un uomo che non ha costruito solo grandi aziende per sé, ma ha cambiato lo stile di vita degli italiani. Ha accelerato la modernizzazione del paese in modo anche dirompente, ha introdotto linguaggi e visioni nuove grazie alla leva potente della televisione. «Piano B» è una narrazione “immersiva” perché vuole riportare il visitatore nel clima di quei decenni, con la velocità dei cambiamenti e l’energia nuova immessa nella società italiana, attraverso immagini, voci, musiche. «Piano B» farà rivivere l’avventura iniziale nel mondo del mattone passando poi per le televisioni, la grande distribuzione fino ai trionfi nel calcio.

«Piano B» non vuole dare un giudizio storico sul personaggio Berlusconi, ma riproporre un pezzo di storia che è storia collettiva, nei suoi lati positivi e in quelli negativi. L’avventura imprenditoriale di Berlusconi è frutto di tante intuizioni in anticipo sui tempi ma ha anche le caratteristiche di un sogno che ci ha riguardato e spesso affascinato tutti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti