Cinque consigli per affrontare al meglio il lavoro
iStock
Cinque consigli per affrontare al meglio il lavoro
Lifestyle

Cinque consigli per affrontare al meglio il lavoro

Luciano Attolico è un esperto di gestione del cambiamento in azienda (innovation manager, ndr) e ideatore del metodo «Lean Lifestyle» che ha l'obiettivo di massimizzare il potenziale delle persone in azienda e ridurre gli sprechi di talento ed energia. Scelto da un ampio numero di aziende come Poste Italiane, Sammontana, Leroy Merlin e Tim, questa metodologia permette la semplificazione delle attività quotidiano lavorative e del livello di benessere dell'azienda, oltre che a un aumento della motivazione e dei risultati. Partendo da questi presupposti, Attolico ha così stilato le cinque abitudini da attuare ogni giorno per migliorare la propria vita, lavorativa e non.

Scoprire le proprie eccellenze personali

In azienda ognuno è prezioso perché tutti hanno qualcosa di unico da offrire. È quindi importante focalizzarsi il più possibile su quelle attività in cui si riesce a esprimere la massima produttività. Valorizzare i punti di forza di ognuno farà bene all'azienda e spingerà manager e collaboratori a dare il massimo ogni giorno di più garantendo soddisfazione e benessere personale di ogni collaboratore.

Imparare a delegare

Si tratta della regola del 70% che fa crescere noi e i nostri colleghi. A ogni livello delegare diventa un'attività necessaria per velocizzare i processi interni e garantirsi del prezioso tempo per sé stessi. «Purtroppo per molti imparare a delegare è difficile. "Nessuno sa fare le cose come me" è la motivazione più diffusa, e in fondo è così. In questi casi l'importante è attuare la regola del 70%, ovvero individuare il candidato che saprà sostituirti nel lavoro raggiungendo il 70% della tua produttività» spiega Luciano Attolico. Importante anche scegliere cosa delegare, molte volte si tende a delegare cose di poca importanza o le attività che riescono male, ma in realtà «la vera sfida è delegare le cose che ci riescono meglio».

Celebrare i piccoli e grandi successi

La produttività aziendale va di pari passo con la felicità e serenità di tutte le persone che ne fanno parte. Un'azienda è fatta di energia, principalmente fisica e mentale che deve essere alimentata. Garantire un ambiente di lavoro confortevole e curato è il primo passo per aumentare energie fisiche. Per l'energia emozionale e mentale è invece importantissimo ricordare di relazionarsi positivamente con dipendenti e colleghi con cui condividiamo le nostre giornate. Non dimentichiamoci mai di ringraziare le persone con cui lavoriamo e soprattutto comunichiamo con loro, scambiando feedback ed impressioni. Altro segreto è quello di celebrare i piccoli e grandi successi di ogni giorno.

La tecnica dello slotting

Il tempo, che sembra non bastare mai, è una problematica molto diffusa. Imparare a gestire quello che abbiamo a disposizione è importante per non perderne più del necessario e averne di più da dedicare a noi. La tecnica dello slotting permette di dividere in slot temporali molto precisi il lavoro ma anche la vita privata, organizzandosi al meglio per ogni attività e considerando la giornata come un aeroporto. Il lavoro iniziale è impegnativo ma i risultati, se si è costanti, si trasformano in tempo prezioso guadagnato ogni giorno.

No al multitasking

In una giornata lavorativa è abitudine diffusa affrontare spesso tantissime attività diverse, a volte anche contemporaneamente. È necessario invece imparare a gestire il lavoro comprendendo priorità e impatto delle singole attività focalizzandosi singolarmente su di esse. Fare più cose insieme, essere quindi impegnati non rende più produttivi. Il multitasking è una pratica molto dannosa che fa perdere tempo ed energie inutili e affrontare e valutare ogni impegno ci permette di essere focalizzati e produttivi. Ricordate sempre questa regola: «Meglio essere produttivi che impegnati».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti