(Photo by Justin Sullivan/Getty Images)
ARTICOLI FREEMIUM

iPhone XR è lo smartphone più venduto del 2019

Il modello più abbordabile di casa Apple vale il 3% del mercato globale ed è seguito da due Samsung Galaxy A. Sorpresa Oppo, con tre smartphone nei primi dieci della classifica

“Qual è lo smartphone migliore dell’anno?”, è la puntuale domanda che ci si pone quando dicembre è agli sgoccioli, con la consapevolezza che una risposta univoca non ci sia. Perché, pur andando a considerare la capacità innovativa di aziende e prodotti, si finisce per entrare nel campo della soggettività o di un giudizio riflesso dalle esigenze personali con cui si valuta un dispositivo. Per sgombrare il campo dagli equivoci, allora, e farsi almeno un’idea sul modello ritenuto migliore dai consumatori, si può guardare allo smartphone più gettonato dal pubblico, cioè il più venduto in assoluto. E qui un vincitore c’è, con tanto di dominio nell’arco degli ultimi dodici mesi, cioè dall’ottobre 2018 al settembre 2019 (che equivale al conteggio del tipo e del numero di telefoni venduti dal quarto trimestre dell’anno scorso al terzo trimestre dell’anno in corso).    

Apple davanti a tutti

Già perché la scelta di diversificare il prodotto ha premiato Apple, che primeggia la speciale graduatoria stilata da Counterpoint, società di analisi globale con sede a Hong Kong e analisti in tutto il mondo, grazie a iPhone XR, smartphone che sin dall’ultimo trimestre dello scorso anno  fino al settembre 2019 si è rivelato il più acquistato. Grazie anche al prezzo più abbordabile rispetto agli altri modelli, l’iPhone meno potente ha mantenuto il suo appeal nonostante l’arrivo sul mercato di nuovi e più quotati smartphone, tanto che nel terzo trimestre di quest'anno ha rappresentato per l’azienda di Cupertino un quarto delle entrate complessive derivanti dal comparto telefonico. La riduzione del prezzo in specifici mercati, come Cina e India, caratterizzate dall’incremento del potere di acquisto per un vasto numero di famiglie, ha permesso di conservare per lungo tempo alte richieste, racchiuse nella quota di mercato pari al 3% che si è saputo conquistare iPhone XR. 

Samsung subito dietro

Alle sue spalle c’è la doppietta Samsung, che però non sfoggia i primi della classe, cioè la gamma Galaxy S che negli anni ha piazzato ogni volta milioni di pezzi, bensì la linea A, che deve l’impennata al netto miglioramento di hardware e software innescato dai coreani (e non solo) sugli smartphone di fascia media. Che trionfano con il secondo e terzo posto di Samsung Galaxy A10 e A50, cui si aggiunge il modello A20 in sesta posizione (con una quota di mercato complessiva nel tiro trimestre 2019 pari al 5,9%). Ai piedi del podio, e con tre smartphone nei primi dieci, c’è Oppo che con l'A9 ha riscosso grandi numeri, mentre più dietro ci sono i modelli A5s e A5 (nell’ordine, in sesta e ottava piazza) che hanno permesso all’azienda cinese con sede a Dongguan di finire l’anno tra i primi cinque produttori del mondo (dopo Samsung, Huawei - sotto la cui voce però Counterpoint fa rientrare le vendite di Honor - Apple e Xiaomi). In quinta posizione si trova iPhone 11, mentre a chiudere la graduatoria ci sono Xiaomi Redmi Note 7A e Huawei P30, con quest’ultima penalizzata dal ribasso delle vendite in Europa per colpa del ban statunitense.     

Ti potrebbe piacere anche

I più letti