in cucina

Cuciniamo insieme: involtini di verza, funghi e castagne

Più autunno di così è difficile! È questa una stagione onusta di sapori che consente a chi ama la cucina di sperimentarsi con prodotti eccelsi dal punto di vista gastronomico, assai raccomandabili dal punto di vista nutrizionale. Come sempre la natura ci tende la mano e pensa a farci stare bene.


Lo fa per esempio con la verza, uno dei cavoli da foglia più gustosi. Dovete sapere che per i greci era addirittura una pianta sacra perché ha un certo potere analgesico (in campagna le foglie si applicavano a mo' di cerotto a lento rilascio su articolazioni dolenti) è certamente lassativa, protegge il sistema respiratorio grazie alle sue sostanze solforate. E in più è tanto buona. In combinazione con funghi e castagne è davvero un toccasana. La ricetta che proponiamo oggi è dei tempi dei tempi ed è diffusissima nelle Marche e nel Centro Italia. Ha il vantaggio di essere perfetta anche per chi segue regimi alimentari vegetariani e anche vegani. È facile da fare; si presta sia come antipasto, sia come contorno, ma anche come piatto principale (dipende dalle quantità e da come l'accompagnate); richiede solo un po' di pazienza.

Ingredienti - 500 grammi di cavolo verza a foglia grande, tre cipolle ramate, 250 grammi di funghi (anche coltivati), 300 grammi di castagne, olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b. (se piace potete aggiungere una scamorza bianca).

Procedimento - Castrate le castagne (basta inciderle con un coltellino seguendo la lunghezza del frutto) e fatele arrostire in padella o in forno. Nel frattempo mette a bollire in una capiente pentola dell'acqua non salata e lessate per venti minuti le foglie di cavolo verza. Fate a fette le cipolle e in una padella molto ampia fatele stufare un po' in generosa porzione di olio extravergine di oliva. Nel frattempo mondate i funghi. Fateli a pezzetti e aggiungeteli alle cipolle aggiustando bene di sale e di pepe. Lasciate stufare almeno una ventina di minuti con la padella coperta e a fuoco moderato. Scolate le verze e fatele raffreddare. Prendete le castagne che dovrete arrostire evitando che si asciughino troppo, sbucciatele e fatele a pezzetti grossolani. Spegnete le cipolle con i funghi e fateli intiepidire. Ora con un cucchiaio fate su ogni foglia di verza un mucchietto di cipolle e funghi e chiudete le foglie a involtino o a fagottino fissandole con uno stecchino. Nella padella dove avete cotto i funghi e la cipolla aggiungete altro extravergine di oliva, fate saltare un paio di minuti i pezzetti di castagne poi aggiungete gli involtini di verza e portate a cottura (abbiate cura di rigirare tre o quattro volte gli involtini) a pentola coperta aggiustando di sale e di pepe. Se volte aggiungere la scamorza fate delle fette sottili e adagiatele su ogni involtino facendole fondere negli ultimi minuti di cottura.

Come far divertire i bambini - Fatevi aiutare a riempire e chiudere gli involtini (abbiate cura che sia tutto tiepido per evitare brutte sorprese); si sentiranno protagonisti in cucina.

Abbinamento - Abbiamo scelto un rosso friulano di carattere notevole: il Refosco dal peduncolo rosso. Potete abbinare altri due grandi rossi del Nord Est come il Teroldego o il Lagrein, ma se volete consistenza e ancora dolcezza il matrimonio perfetto è con un Valpolicella ripasso.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti