La casa smart di domani e i computer flessibili, un tuffo nel futuro a IFA 2022
TCL
La casa smart di domani e i computer flessibili, un tuffo nel futuro a IFA 2022
Tecnologia

La casa smart di domani e i computer flessibili, un tuffo nel futuro a IFA 2022

Dal portatile pieghevole di Asus al cinema che entra in salotto e la lavatrice che si noleggia, le innovazioni che cambieranno la nostra quotidianità (e qualche chicca) in mostra a Berlino

A tre anni dall'ultima edizione di massa, è tornata in grande stile l'Internationale Funkausstellung Berlin (meglio nota come IFA), la più grande e rilevante fiera europea dell'elettronica, con centinaia di presentazioni, migliaia di stand e prodotti distribuiti nei 27 padiglioni della gigantesca Messe Berlin. In un periodo storico caratterizzato da forti transizioni e mercati tech che risentono di macro fattori esterni come inflazione e conflitto in terra ucraina, la parola chiave che rimbalza nella kermesse in terra di Germania è sostenibilità, che si traduce nell'attenzione delle aziende verso tecnologie in grado di monitorare i consumi energetici, nell'ottica di evitare sprechi e bollette ancor più salate di quelle attuali. Un tema di enorme portata, su cui torneremo più avanti con un focus dedicato. Guardando alle novità per la tecnologia di consumo, invece, l'elemento predominante è la flessibilità, intesa nelle forme e nelle possibilità d'uso. L'era aperta da Samsung con gli smartphone pieghevoli, che arrivati alla quarta generazione puntano a vendere più 10 milioni di pezzi all'anno, prosegue ora con i computer portatili.

Il portatile cambia faccia

Con lo Zenbook 17 Fold Oled, svelato a inizio anno al Ces di Las Vegas e portato ora finalmente in Europa, Asus segna un'altra tappa nella storia dell'innovazione che l'ha resa negli ultimi due decenni un riferimento del settore. Tre anni di test e sperimentazioni sono serviti agli ingegneri del brand taiwanese per approntare un dispositivo dal form factor inedito, con lo schermo touchscreen in formato 4:3 da 17,3 pollici che si piega al centro creando due display da 12,5 pollici con risoluzione 1920 x 1080 pixel (il display, fa sapere l'azienda, garantisce almeno 30.000 cicli di apertura e chiusura). Una scelta che permette di sfruttare il nuovo Zenbook in più modalità, anche perché la tastiera bluetooth, con attacco magnetico, si può inserire tra i due schermi se si desidera replicare l’esperienza d'uso di un laptop, oppure la si può mettere da parte per godersi un mega tablet. C'è poi lo stand sul retro che aggiunge altre possibilità in base alla posizione del device, orizzontale e verticale, per le versioni desktop e reader con la tastiera in versione virtuale, cioè staccata ma funzionante.

Materiali di pregio, con il rivestimento in vetro opaco e la cover in ecopelle verde scuro che danno una buona sensazione all'occhio e al tatto, e la partnership con Intel per prestazioni di primo livello, insieme al sistema audio a quattro altoparlanti firmato Harman Kardon e la batteria è da 75 Wh che con 30 minuti di ricarica assicura 4 ore di autonomia sono altri elementi che delineano un profilo da primo della classe. Anche per il prezzo: Zenbook 17 Fold Oled arriva in Italia ad ottobre a 3.299 euro. Una barriera insuperabile per molti appassionati, come il peso che per un dispositivo così flessibile costringe a mettere nello zaino 1,8 kg. Per questo il target della prima ora sarà limitato a una nicchia dell'utenza business, anche se tutto è destinato a scendere in futuro, quando con la seconda generazione prevista per il 2024, oltre al costo, saranno ridotti anche peso e spessore.

Asus Zenbook 17 Fold Oled

Asus


Tv sempre più grandi

I prezzi concorrenziali sono, invece, uno dei tratti distintivi di TCL, brand cinese che negli ultimi anni è emerso prepotentemente in Europa, grazie in particolare all'ampia offerta di televisori. Sintesi dell'attuale status dell'azienda è il modello QLED da 98 pollici della Serie C735, con risoluzione 4K e la sensazione di guardare le immagini sullo schermo ed essere al cinema (mantenendo una distanza dal tv di almeno tre metri). Non più concepito soltanto per installazioni ad hoc - intanto gli appassionati lo trovano all'interno del Forum di Assago, dove in questi giorni si giocano le gare dell'Italia impegnata agli Europei di basket, in virtù dell'accordo di TCL con la Federazione Internazionale di Pallacanestro - il monitor da 98 pollici conta anche su Google TV per sfruttare le app Android ed è l'apice della crescita dimensionale dei televisori, trend dominante nel comparto, con TCL che nelle versioni per la casa prevede anche modelli da 75 e 85 pollici. Per il colpo più grosso del lotto, ad ogni modo, servono 4.999 euro.

Lavaggio al noleggio

La casa è ormai centrale quando si parla di prodotti ad alto tasso di tecnologia e una ventata di novità in questo ambito è arrivato dal mega stand di Haier, colosso cinese del bianco che negli anni scorsi ha acquisito marchi storici come Candy e Hoover. Tra scope elettriche, forni, robot aspirapolvere, frigoriferi e cantinette per il vino, la novità più intrigante e vicina all'Italia è la lavatrice a noleggio. Seguendo la tendenza che privilegia l'esigenza d'uso alla proprietà portata all'estremo dalla condivisione di auto, scooter e biciclette, Haier sta per lanciare WashPass, il servizio per la lavatrice in abbonamento.

Si tratta di un modello di alto livello con capacità di carico da 10 kg, dotato di intelligenza artificiale e concepita per ottimizzare il lavaggio: nelle tanichette inserite all'interno della lavatrice ci sono quattro detergenti creati dall'italiana Nuncas, che si combinano per formare il detergente adatto al tipo di lavaggio, in base al carico e al programma prescelto. Con il riconoscimento che avviene tramite foto dall'app hOn di Haier e sfrutta i calcoli dell'intelligenza artificiale. In grado anche di monitorare i consumi, la lavatrice smart fa scattare l'ordine quando il detersivo è in via d'esaurimento e si collega con i sistemi dell'assistenza in caso di malfunzionamenti. L'Italia sarà il primo paese a provare il servizio WashPass, che prevede un pagamento iniziale di 150 euro e un contratto triennale con 2, 4 o 7 lavaggi a settimana per un canone mensile che parte da 18 euro.

Il tech ai piedi

Le fiere di settore sono anche e soprattutto un tuffo nel futuro, talvolta destinato a rimanere inesplorato. Non sappiamo quale siano le idee di LG circa alcune delle novità mostrate a IFA, di certo però i coreani sanno come farsi notare. Oltre a PuriCase Aero Forniture, il tavolino che purifica l'area circostante (o il purificatore con un tavolino in cima) e il frigorifero che cambia colore e si connette a Spotify per farti ascoltare la tua musica grazie agli altoparlanti integrati, LG si prende cura anche delle scarpe. Gli styler ShowCase e ShoeCare funzionano in coppia per conservare ed esporre le proprie calzature: il concentrato di tecnologie a bordo consente di rinfrescare i tessuti e proteggere le scarpe dai raggi Uva e dall'umidità. L'impatto visivo è promettente ma la soluzione sarà disponibile solo in Corea del Sud e non si sa ancora se arriverà dalle nostre parti.

I più letti