black friday
Vailery
black friday
Tecnologia

Black Friday: come evitare truffe e fregature

A volte gli sconti non sono così allettanti come sembrano ma siti e applicazioni mostrano lo storico dei prezzi per evitare di cadere nelle trappole dei furbetti

Fare un buon affare è sempre gratificante. C'è chi aspetta i saldi o le grandi svendite, c'è chi utilizza buoni e coupon e chi attende il Black Friday, il momento topico per gli acquisti online. Soprattutto gli italiani.

Secondo una recente indagine di Idealo, l'Italia è il paese europeo più interessato al "venerdì nero", con un budget medio ipotizzato di spesa pari a 273 euro. Il 65,6% dei connazionali sostiene di essere interessato ad acquistare un prodotto durante il prossimo Black Friday contro il 55,7% degli spagnoli, il 49,8% dei tedeschi, il 44,4% degli austriaci e il 36,6% dei francesi.

I prodotti di elettronica sono tra i prodotti più attesi durante il Black Friday. Se in generale gli smartphone Android sono i più cercati online, in occasione del Black Friday e Cyber Monday sono i prodotti Apple a registrare un picco di interesse: durante lo scorso Black Friday, ad esempio, le ricerche online di dispositivi Android sono state solo di poco superiori rispetto a quelli iOS, +24,6% contro una media di oltre il +71,1 per cento.

Anche le console di gioco sono tra i prodotti più "attesi" durante le prossime giornate di sconti e promozioni: l'interesse online verso questi prodotti, infatti, è aumentato del +50,4% nell'ultima settimana ed in particolare è la Microsoft Xbox Series X ad essere la più cercata, con un boom di interesse del +334,2%. Segue la Sony PlayStation 4 (PS4) Slim che fa registrare una crescita di interesse del +125,0%.

Attenzione però a non cadere nelle trappole dei falsi sconti. Succede infatti non di rado che i prezzi dei prodotti vengano gonfiati appositamente prima dei giorni dedicati alle promozioni per poi far risultare il risparmio molto più allettante.

Per fortuna la tecnologia viene in nostro aiuto grazie a servizi e applicazioni che tengono traccia degli andamenti dei prezzi. Uno dei motori di ricerca più popolare è CamelCamelCamel, un sistema semplice per verificare qual è stato l'andamento dei prezzi di un determinato prodotto. La piattaforma consente di indicare l'indirizzo web dell'offerta oppure il nome dell'oggetto che si intende acquistare e in un istante si ottiene un grafico che evidenzia gli aumenti e i ribassi praticati dal venditore. Si possono scegliere intervalli di tempo da 1 anno a un mese.

CamelCamelCamel.com

Una valida alternativa online è il sito Keepa che funziona sostanzialmente in modo analogo e come per CamelCamelCamel dispone anche di un servizio di allerta che informa l'utente nel caso un prodotto raggiunga la soglia di prezzo impostata. Entrambi i sistemi permettono di installare anche un'estensione del browser per ricevere comunicazioni in modo più facile e immediato.

Approccio leggermente diverso ma con lo stesso obiettivo è quello proposto dai siti di comparazione di prezzo come Idealo o Trovaprezzi. In questo caso le piattaforme rastrellano la rete per trovare tutti i principali siti che vendono quello specifico prodotto indicando dove si trova a meno. Si tratta di un ottimo sistema non solo per confrontare le offerte ma anche per verificare se lo sconto è reale.

La terza opzione per evitare di cadere nei tranelli dei prezzi gonfiati a misura oppure di sconti poco interessanti è quello di utilizzare delle specifiche app sullo smartphone. Tra queste ci sono PriceRadar, dedicata ai confronti dei prezzi su Amazon ma solo per dispositivi iOS, le alternative per Android sono Camelizer e Price Tracker.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti