Il mondo concettuale e provocatorio di Yohji Yamamoto Parfums
Il mondo concettuale e provocatorio di Yohji Yamamoto Parfums
Moda

Il mondo concettuale e provocatorio di Yohji Yamamoto Parfums

I profumi creati nel nome del designer Yohji Yamamoto ritraggono intimamente il suo carattere artistico e il suo concetto di estetica, distillati d'autore dell'universo moda e lifestyle del brand, combinazione di approcci rivoluzionari e individualismo, dalle molteplici sfaccettature.

Il profumo perciò contribuisce a perfezionare e raccontare le sue proposte multisensoriali, e nelle definizioni di ogni eau de toilette si ritrovano spesso i pensieri e i pilastri fondanti propri del Maestro.

La linea omonima, Yohji Yamamoto Homme e Femme, è proprio il concentrato in fragranza di queste sue dichiarazioni, a partire dall'introduzione: «Voglio sempre avere nuove sfide, essere testato e coinvolto, e non importa se ci sono dei passi falsi, quello che conta per me è vedere i miei sogni realizzarsi».

Il profumo Homme riporta il pensiero: «Ogni volta che mi criticano divento più forte». È una domanda intima del designer sul fatto di, e se, avere ancora voglia di combattere ogni giorno. L'essenza orientale è composta da note di bergamotto, limone, violetta, iris, salvia, cuoio, sandalo, cedro e patchouli.

L'eau de toilette Femme è ironica e prende, altrettanto, una posizione. «Not like a Barbie doll», perché le donne strutturate solo sui tacchi fanno 'tremare' Yamamoto che dichiara di amare le varianti rasoterra, un genere di scarpe che apprezzano coloro che sono sicure e indipendenti. Il concetto in fragranza porta sentori di bergamotto, ribes nero, pera, iris, gelsomino, giglio, legno di cedro, eliotropo, muschio, legno di sandalo, un elisir complesso e sofisticato.

Due nuovi profumi si aggiungono alla linea che porta il suo nome e cognome, sempre uno per l'uomo e l'altro per la donna, preceduti dalla sigla IDGY - I Am Not Going To Disturb You. IDGY Homme, dalle note sensualmente speziate, vuol provocare un blackout e incitare alla ribellione e all'anticonformismo, tradotto al naso con aromi di pepe nero, artemisia, bergamotto, cuoio, tabacco biondo, ambra, mirto, vaniglia e muschio. Più floreale la versione femminile, IDGY Femme, con ingredienti a base di davana, angelica, tabacco, osmanto, vaniglia, muschio, e la chiusa sarcastica: «I don't mind if you forget me» (Non mi dispiace se ti dimentichi di me, ndr).

Quasi a simboleggiare delle provette allungate, le sei fragranze della Collezione YOHJI descrivono altrettanti pilastri fondanti del dna artistico del Maestro, con altrettante ricette profumiere che non vi sveliamo e vi invitiamo a scoprire.

Il primo profumo Nowness è dedicato al suo amore per gli abiti che hanno una patina vintage, tesori del tempo lungo che ci vuole per ottenerne l'effetto. Ed è questo grande amore paziente e dilatato che ha fatto proprio decidere a mister Yamamoto di diventare stilista e «disegnatore del tempo».

Mode Zero sembra un manifesto, un avviso e insieme un consiglio: «Non sarà la moda a renderci sexy. L'esperienza ti fa sexy; l'immaginazione rende sexy; lo studio e vivere la vita darà il fascino indelebile».

Se si prende una forma, un taglio di un abito, se si analizza la struttura geometrica o architettonica di un abito in una qualsiasi delle sue collezioni di moda, non ci si stupisce se il suo credo «Deconstruction», nome di altrettanta fragranza, è sistematicamente e puntualmente applicato. Ogni cosa, per lui, deve essere asimmetrica e, prontamente, decostruita.

Lo scuro, il nero, pervade il guardaroba e Darkness sembra essere altrettanto titolo appropriato per un successivo profumo. «È un colore che non disturba le persone e comunica soprattutto: io non ti annoio e tu non mi annoi. Io sono fiducioso e comodo nel nero, non nella luce» dichiara Yamamoto.

Il penultimo, Paradox è base del suo concetto di design, ovvero più le donne vestono abiti maschili più sono sexy e belle.

Chiude la collezione la dichiarazione contro il conservatorismo, paladina la profumazione Avant-garde che ne fa uno stile di vita, non una tendenza nell'essere giovane, anzi, solo coprendo un lungo sentiero di tradizione un uomo diventa poi in grado di contrastarlo e creare qualcosa di unico e nuovo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti