Vestire Coach in festa «con gli amici vip»
Vestire Coach in festa «con gli amici vip»
Collezioni

Vestire Coach in festa «con gli amici vip»

Coach, casa di moda globale fondata a New York nel 1941, oggi viene ispirata dalla visione del direttore creativo Stuart Vevers verso la ricerca di una estetica bella, inclusiva e democratica.

L'idea di base è quella di creare cose raffinate, eclettiche e contemporanee, prodotte da una manifattura sapiente che le plasma per essere durature, confortevoli e intime da indossare, in modo da sentirsi sempre sé stessi interpretando di volta in volta gli abiti che si indossano.

Reinventare il retaggio americano e seguire la convinzione che la moda debba essere accessibile a tutti e chiunque dovrebbe sentirsi libero di esprimere chi è veramente sono altri due caposaldi del sogno iniziale del brand, ovvero trasformare i pellami in modalità inusuali e funzionali.

E sono proprio sei artigiani, sotto la guida di Lillian e Miles Cahn, che fondano la maison e la evolvono nel settore della pelletteria americana con un segno tutto originale e di eccellenza.

Nei decenni, Coach ha sempre guardato le avanguardie e utilizzato il suo sguardo diverso per ispirare collezioni lifestyle che si nutrono di cultura pop e gusti delle nuove generazioni.

«Solo con Coach posso realizzare quello che voglio da sempre dire sulla moda fin da studente, ovvero che dovrebbe stimolare gioia, esultanza e, per parafrasare uno dei miei eroi, Keith Haring, essere accessibile a tutti» sottolinea Stuart Vevers.

«Coach è molto più di una semplice borsa, di un look, è una comunità di amanti del brand sparsi in tutto il mondo e accomunati da uno spirito condiviso di ottimismo e coraggio a essere se stessi. È proprio questa 'famiglia' che ispira a reinventare la moda per il futuro che vogliamo vivere domani: l'idea che, quando siamo noi stessi, insieme, possiamo far progredire il mondo» conclude il designer.

La campagna globale del prossimo autunno 2021 unisce la community di Coach, fra appassionati e vip, rappresentata dai volti di Jennifer Lopez, Michael B. Jordan, Kōki e Jeremy Lin, accanto a comparse comuni, fotografati dal famoso artista Renell Medrano.

Gli scatti mettono in luce i momenti di gioia inaspettata che sono possibili solo quando amici, star amate e comunità si incontrano.

La storia introduce le nuove borse Tate e Soft Tabby della casa, lo zaino Hitch e la iconica borsa Rogue. La collezione comprende anche morbidi cappotti in shearling e giacche di pelle realizzati in collaborazione con il marchio storico americano di capispalla Schott, indossati durante ritrovi all'aperto e feste in blocco, con comunità reali che si uniscono alla scena, tra cui la squadra di salto con la corda di Miami The Hurricane Jumpers, la band jazz afro-cubana Miguel Cruz e Sugarcane e la band di Tokyo Gliiico.

Per creare le scene, Coach ha collaborato con lo stilista Olivier Rizzo e con un cast esteso che include gli amici più stretti di Jeremy Lin del college, Kheaton Scott e Nathan Liu, gli studenti di Dream It Real, puntando a rompere gli schemi delle disuguaglianze.

Un inno da parte di Coach al presente e al futuro, dedicato all'amicizia e al modo in cui ci si sostiene e si è felici di passare nuovo tempo insieme.

«Quando sei con gli amici, le possibilità diventano infinite» commenta l'attrice e cantante Jennifer Lopez. «Quando sono con i miei amici, non sempre sappiamo cosa accadrà dopo. Stiamo solo uscendo e prendiamo le cose come vengono. Il solo fatto di sapere che le persone sono là fuori e stanno agendo insieme, è incoraggiante, è ottimistico ed è un regalo bello e spontaneo».

Concorda Michael B. Jordan: «L'idea di stare tra amici significa stare in mezzo a persone con cui ti senti a tuo agio, con cui puoi essere te stesso, con cui crescere ed essere creativo. Si tratta di creare un ambiente intimo, dove puoi essere autentico e prosperare».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti