dario-fo
Olycom
dario-fo
Lifestyle

5 libri "da Nobel" per ricordare Dario Fo

Una selezione di letture del grande comico e letterato, scomparso a Milano all'età di 90 anni

'Mistero buffo'

mistero-buffo-fo-einaudi Mistero buffo Einaudi

Si tratta di uno dei primi e il più noto tra gli spettacoli di Dario Fo. Un testo teatrale nato nel 1969 che ha contribuito a un rinnovamento del teatro italiano, soprattutto nell'uso del linguaggio, reinventato dall'autore attingendo dai dialetti del Nord Italia dei secoli XIII-XV. Il risultato è una narrazione di un solo attore, senza scenografie o costumi, che parla in grammelot, divertente linguaggio teatrale dai chiari intenti parodici, che riprende le improvvisazioni giullaresche e le messe in scena della Commedia dell'arte.

Mistero buffo
di Dario Fo
(Einaudi)
410 pagine

Compra il libro

'Morte accidentale di un anarchico'

morte-accidentale-di-un-anarchico-fo-einaudi Morte accidentale di un anarchico Einaudi

Commedia del 1970 dedicata alla “morte accidentale” di Giuseppe Pinelli, deceduto cadendo da una finestra del commissariato di Polizia di Milano il 15 dicembre 1969, nel corso di un interrogatorio condotto dal commissario Luigi Calabresi nell'ambito delle indagini riguardanti la strage di Piazza Fontana del 12 dicembre '69. Per evitare problemi giudiziari, Dario Fo cambiò l'ambientazione dall'Italia alla New York degli anni Venti, dove accadde un fatto molto simile (protagonista Andrea Salsedo, amico di Bartolomeo Vanzetti). L'opera si basa su articoli, verbali e interviste ed è cambiata più volte nel corso degli anni. L'intento, riuscito, è quello di smascherare con lo “sghignazzo” le ipocrisie, le falsità e le menzogne architettate grossolanamente dalle autorità. Ancora molto attuale.

Morte accidentale di un anarchico
di Dario Fo
(Einaudi)
92 pagine

Compra il libro

'La figlia del papa'

la-figlia-del-papa-fo-chiarelettere La figlia del papa Chiarelettere

Primo romanzo di Dario Fo, pubblicato nel 2014, ispirato alla eccezionale vita di Lucrezia Borgia, una delle protagoniste mondane e politiche del Rinascimento italiano, figlia del papa Alessandro VI. L'approccio di Fo si manifesta per un'attenzione all'umanità del personaggio, evitando di restituire i soliti cliché di donna incestuosa e dissoluta, ma concentrando lo sguardo sul contesto storico di allora. In questa storia si incontra il fascino delle corti rinascimentali, la corruzione di papa Alessandro VI, la machiavellica malvagità del fratello Cesare, i mariti uccisi, umiliati e cacciati di Lucrezia e l'affetto del suo amante Pietro Bembo, con il quale condivise la passione per l'arte, il teatro e la poesia. Quest'opera vuole essere uno specchio: la storia dei Borgia diventa il riflesso delle storture ancora in atto nei nostri tempi.

La figlia del papa
di Dario Fo
(Chiarelettere)
190 pagine

Compra il libro

'C'è un re pazzo in Danimarca'

ce-un-re-pazzo-in-danimarca-fo-chiarelettere C'è un re pazzo in Danimarca Chiarelettere

Romanzo storico ambientato nella Danimarca del Settecento, che racconta una storia poco conosciuta, ricostruita sulla base di documenti e diari inediti riscoperti dall'autore. Ne emerge una vicenda drammatica, che intreccia passione amorosa, lotta per il potere e ideali politici. I protagonisti sono Cristiano VII, giovane re pazzo di Danimarca, sua moglie quindicenne Carolina Matilde di Gran Bretagna e il suo amante, il medico Johann Friedrich Struensee, e il figlio del re, Federico. La follia del re, la carica utopica illuminista del medico, la complicità della regina e la natura rivoluzionaria del giovane principe saranno gli ingredienti perfetti per rendere la Danimarca un vero stato moderno liberale e riformato.

C'è un re pazzo in Danimarca
di Dario Fo
(Chiarelettere)
144 pagine

Compra il libro

'Dario e Dio'

dario-e-dio-fo-guanda Dario e Dio Guanda

Giunto a novant'anni, Dario Fo prova a tirare le somme della sua lunga esplorazione dei misteri della religiosità e della fede, interlocutori sempre presenti in tutta la sua carriera artistica. Il suo sguardo ateo ha osservato con attenzione il sacro, facendolo diventare spesso bersaglio e spunto di riflessione nelle sue opere, senza mai sfociare nella blasfemia, ma non mancando di utilizzare la sua consueta intelligente ironia. Con l'aiuto della giornalista Giuseppina Manin, Fo fa i conti a modo suo con Dio e tutto ciò che gli sta attorno, dalla Genesi all'Apocalisse, dall'Inferno al Paradiso, dal Regno dei Cieli a quello degli uomini.

Dario e Dio
di Dario Fo e Giuseppina Manin
(Guanda)
171 pagine

Compra il libro

Ti potrebbe piacere anche

I più letti