Un grande melodramma in costume con venature mistery. S'intitola La dama velata la nuova fiction di Rai Uno, prodotta da Matilde e Luca Bernabei per Lux Vide, in onda da questa sera per sei settimane: gli ingredienti che rendono avvincente la serie ci sono tutte, dal viaggio di formazione e affermazione di una donna al melodramma alle pendici delle Dolomiti, dal thriller i alla storia d'amore giovanile. Protagonisti dei dodici episodi sono Miriam Leone e Lino Guanciale, tra inattesi ritorni, amori da riconquistare e un mistero da svelare.

Il soggetto di partenza

Tutto nasce dal soggetto per una serie in sei serate, scritto da Lucia Zei. "Raccontava la storia di una giovane di nobili origini che, rifiutata dal padre al momento della nascita, viene cresciuta da una famiglia di contadini finché è costretta a tornare sotto il controllo paterno, finendo per trovarsi alle prese con un intrigo familiare e un dilemma dai risvolti sorprendenti", racconta Francesco Arlanch, il supervisore delle sceneggiature. Per ragioni produttive, i produttori hanno deciso di ambientare la storia alla fine del secolo, non più in Lombardia ma in Trentino: una diversa ambientazione che ha comportato la necessità di rivedere i caratteri dei personaggi e diversi snodi dell’intreccio. La dama velata è la storia di un’eroina senza tempo, una donna del passato che incarna uno spirito moderno. 

Il cast

La protagonista della nuova serie di Rai Uno è Miriam Leone, l'ex Miss Italia che ha abbadonato la conduzione per dedicarsi alla recitazione. Al suo fianco ci sarà Lino Guanciale, giovane attore con una lunga carriera teatrale che ha recitato anche in Una grande famiglia e in Che dio ci aiuti. Nel cast ci sono tra gli altri anche Andrea Bosca, Lucrezia Lante Della Rovere, Luciano Virgilio, Francesco Salvi e Ilaria Spada

Chi sono Clara e Guido

Clara Grandi è una bambina aristocratica rifiutata dal padre e allevata da contadini. Diventata un’adolescente ribelle, la giovane donna è costretta dal padre a un matrimonio combinato con il conte Guido Fossà. Ma tra Clara e suo marito nasce inaspettatamente un amore profondo e fragile, che la contessa cerca di difendere dagli intrighi del cugino e della zia, decisi a distruggere il suo matrimonio e a impadronirsi della sua eredità. Ma si scoprirà che anche Guido nasconde dei misteri che potrebbero distruggerli entrambi.

La dama velata

In poco tempo Clara precipita in una spirale di dubbi e incertezze. Non si fida di nessuno, nemmeno dell’uomo che ama, e improvvisamente scompare nelle acque dell’Adige, ma il suo corpo non viene trovato. Non si è suicidata come tutti credono: qualcuno ha cercato di ucciderla. Sotto mentite spoglie, con il volto nascosto da un velo nero, Clara torna dalla sua famiglia per scoprire la verità e per riuscirci dovrà riconquistare l’amore di Guido e portare alla luce un oscuro segreto che risale al giorno della sua nascita. 

La prima puntata

Clara, figlia del conte Vittorio Grandi, viene cresciuta in campagna dai contadini della tenuta di San Leonardo, lontana dal padre che la incolpa per la perdita della moglie. Un giorno però decide di ricondurla a Trento: ha trovato un marito per lei e desidera avere un nipote ed erede. Strappata alla sua terra e ai suoi affetti, si trova imprigionata in una casa dove sua zia Adelaide e il cugino Cornelio tramano contro di lei: così decide di scappare con il compagno d’infanzia Matteo, ma la notte designata per la fuga un tragico imprevisto impedisce a Matteo di presentarsi all’appuntamento. A ridare il sorriso a Clara ci pensa il conte Guido Fossà, uno scapestrato libertino che ha ai suoi piedi tutte le donne di Trento: Clara accetta di sottomettersi al volere di suo padre per salvare la tenuta di San Leonardo dalla vendita e scopre che l’uomo con cui sarà costretta a sposarsi è un pieno di segreti e il suo passato ritorna minaccioso. 

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti