Mino Raiola ha preso casa per le vacanze. Il potente procuratore sportivo, in meno di 72 ore, ha firmato per acquistare a Miami in Florida la villa che fu di Al Capone.

L'affare è stato concluso da Proto Group che si è occupata della vendita. Si tratta di una villa degli anni '20 con 8 camere da letto, 6 bagni e un giardino di oltre 3.000 mq. Al Capone la acquistò nel 1929 e l'evento diede luogo a un caso mediatico senza precedenti visto che i giornalisti avevano preso d'assalto la dimora per controllare i movimenti del boss mafioso.

È anche per questo che Al Capone trasformò la villa in un fortino, con porte di ferro pesantissime, muri spessi e una postazione per i guardiani che, insieme a bodyguard e cani enormi, non mancavano mai di affollare l'enorme parco annesso alla villa.

Di certo il boss non si curava dei particolari che invece oggi la rendono un raffinatissimo immobile di lusso di oltre 3.000 metri quadri: marmi bianchi, un'enorme piscina esterna, parquet e tutto quello che ci si può aspettare da una villa milionaria di Miami.

Il budget per l'acquisto era di 13 milioni di euro ma l'affare è stato concluso per "soli" 8 mln di euro. Raiola ha una sorta di legame con la famiglia dei Capone. 

La mamma del boss della mafia, infatti, era parente del papà di Raiola: si chiamava anche lei Raiola e veniva da Angri come il procuratore sportivo.



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti