Lettera minacce e proiettili a sindaco M5s Livorno
Cronaca

Livorno: minacce di morte al sindaco Nogarin per la discarica Bellabarba

Recapitata in Comune una lettera minatoria con "l'invito" ad attivare l'impianto di Limoncino, sotto sequestro da tre anni

"Questa mattina è stata recapitata in Comune per posta questa lettera. Io credo che si tratti di uno scherzo di cattivo gusto. Non avendone però la certezza sono stato costretto a divulgare la notizia e a rivolgermi a Digos e polizia giudiziaria, che hanno aperto un'indagine": così Filippo Nogarin, sindaco di Livorno del M5S, ha dato notizia via facebook della missiva inviatagli con minacce di morte qualora non provveda a riaprire al più presto la discarica Bellabarba.

Mai in funzione
L'immagine di due proiettili e il messaggio "Sindaco, se non autorizza la discarica di Bellabarba lo farà il suo successore. Ci pensi", campeggiano su un foglio ora al vaglio degli inquirenti. L'impianto in questione, di proprietà della società Bel.ma a sua volta controllata dalla famiglia Bellabarba, occupa quattro ettari della zona collinare di Limoncino e - costato 6 milioni di euro - non è mai entrato in funzione, perché da tre anni sotto sequestro.

Osteggiata da un Comitato di residenti per i possibili rischi per la salute, la discarica ha trovato il parere contrario anche del sindaco Nogarin, eletto per il M5S nel giugno 2014, al quale la famiglia Bellabarba ha risposto nei mesi scorsi presentando un esposto in Procura e chiedendo un risarcimento di 54 milioni al Comune. In particolare, secondo i proprietari dell'impianto la giunta guidata da Nogarin avrebbe manifestamente favorito il Comitato anti-discarica: ora alla polemica già in essere si aggiunge questo nuovo, inquietante capitolo.

La solidarietà del Movimento
"Al sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, va tutta la nostra solidarietà e un invito ulteriore ad andare avanti per la strada tracciata in questi due anni. Non sarà certo una lettera di minacce a fermare la rivoluzione a 5 stelle che il sindaco sta conducendo a Livorno. E lo invitiamo a tener duro sulla questione legata alla discarica anche se sappiamo non essercene bisogno, perché noi abbiamo questa abitudine di mantenere sempre ciò che annunciamo in campagna elettorale". Così si sono comunitariamente espressi i gruppi parlamentari M5S di Camera e Senato riguardo alla vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti