Musica

Elogio della dolcezza: ecco “Oronero” di Giorgia

A tre anni dall’ultimo “Senza paura”, la cantante anticipa il suo decimo album di inediti con la titletrack. Ecco il testo

Giorgia

Giovanni Ferrari

-

Il 28 ottobre uscirà per Sony Music il suo decimo album di inediti, e Giorgia è tornata con una bomba a orologeria. Sì, avete letto bene. Ci ha fatto aspettare tre anni dal successo di “Senza paura” e ora, con precisione e tatto, ha gridato (e sussurrato) al mondo il suo nuovo credo.

Oronero è uscita in radio e nei digital store venerdì 30 settembre ed è il primo singolo estratto del nuovo (e omonimo) album. Già dalla mezzanotte del giorno di pubblicazione, sono arrivati i feedback dei fan. Tanti (tantissimi) apprezzamenti, qualche critica (alcuni hanno notato somiglianze con altri brani e stili di altri artisti). Ma nessuno è riuscito a restare indifferente al ritorno di quella che - possiamo dirlo con certezza - è una delle voci più belle del nostro Paese.


Il testo e la musica sono di Emanuel Lo, artista con il quale Giorgia ha già collaborato in precedenza e suo attuale compagno di vita. Il produttore, ancora una volta, è Michele Canova (con il quale la cantante aveva già inciso “Dietro le apparenze” e “Senza paura”). Un sentiero già conosciuto, quindi. Verrebbe da dire.

Sì, ma in realtà la canzone è un pugno nello stomaco a tutti coloro che - coscientemente o meno - fanno del male alle persone che hanno intorno. La dolcezza della voce di Giorgia si unisce così a un messaggio forte, che dimostra una crescita non solo artistica ma personale. È per questo che Oronero non è un semplice singolo che fa da apripista a un nuovo progetto. È la dichiarazione nero su bianco di un cambiamento che, ora, abbiamo ancora più voglia di conoscere da vicino.

Ecco il testo della canzone:

Parlano di me
Una donna facile
Con le difficoltà
di un giorno semplice

Parlano di te
Che sei fragile
Ma cammina a testa alta
Senza chiedere

Parlano di lui
Uno stronzo senza fine
Che si perde sotto le prime luci di aprile

Dicono di me che rimarrò da sola
Ma ne tempo ho scelto e so che ne rimarrà una di me
Una di me

Parlano di te che non hai regole
La gente parla quando non ascolta neanche se
Parlano di me che non mi amo davvero
Ma una carezza sul mio viso è il mio primo pensiero

Parlano di noi
Che abbiamo tutti contro
Ma tu sei come me so che rimarrai al mio fianco

Dicono di me
Non sono più com’ero
E questa sono io
E loro sono oro nero
Oro nero
Oro nero

Parlano di te
Un uomo che si perde
Ma dà un abbraccio
Alla vita che poi li protegge

Parlano di lei
Una donna senza cuore
Ma che chiede solamente di trovare amore

Dicono di me che non so consolare
Ma sono qui davanti a te e mi prendo il tuo dolore

Parla un po’ con me
Che sono come te
E le parole sono aria e sanno fare male
Devi saperle usare

Parlano di te
Che non hai regole
La gente giudica e non sa neanche lei perché

Parlano di me
Che non mi amo davvero
Ma una carezza sul mio viso
La vorrei sul serio

Parlano di noi
Che abbiamo tutti contro
Ma tu sei come me so che rimarrai al mio fianco

Dicono di me
Non sono più com’ero
E questa sono io
Non lo voglio l’oro nero
Oro nero
Oro nero

Parlano di te che tu non puoi cambiare
Ma nella vita hai fatto passi per potere amare
Parlano di me
Ci credo per davvero
Le tue parole per me son oro
Basta, oro nero.

© Riproduzione Riservata

Commenti