La meraviglia della scienza Giancarlo Giannini
Ufficio Stampa
La meraviglia della scienza Giancarlo Giannini
Televisione

La meraviglia della scienza: Giancarlo Giannini si trasforma in divulgatore

"Quando non recito, mi dedico alle invenzioni e alla creazione di cose", svela l'attore

Quattro emozionanti indagini scientifiche e un mondo di risposte a domande e curiosità universali. Gioca con questi ingredienti La meraviglia della scienza, il nuovo programma del Canale Nove (prodotto da Pesci Combattenti per Discovery Italia), al via da venerdì 7 ottobre in prima serata: quattro puntate in cui il sapere diventa narrazione e Giancarlo Giannini si trasforma in inedito divulgatore scientifico. Sarà infatti il pluripremiato attore a prendere per mano il pubblico e a condurlo a spasso per un mondo stupefacente, svelando la sua grande passione per il mondo della scienza e delle invenzioni. 

La meraviglia della scienza, il lato inedito di Giancarlo Giannini
"Non sarei stato un attore se non avessi avuto la curiosità di scoprire, di creare e di inventare”, ammette Giancarlo GianniniNon tutti infatti sanno che la grande passione dell'attore - a parte la recitazione - è proprio la scienza: "Ho fatto studi scientifici, diventando un perito elettronico, perché volevo capire il principio delle cose e con principio intendo il loro inizio", racconta il grande attore alla vigilia della prima puntata de La meraviglia della scienza. "Quando non recito, mi dedico alle invenzioni, alla progettazione e alla creazione di cose. Questo è ciò che mi ha sempre dato una grande gioia. Questa grande curiosità mi ha portato fino qui, come un navigante in cerca di una destinazione". Oltre a coltivare la passione per la scienza, l'attore è anche un inventore e tra le sue creazioni c'è anche il giubbotto multifunzionale indossato da Robin Williams nel film Toys – Giocattoli.

La prima puntata 
La meraviglia della scienza parte stasera con un racconto incentrato sul tema della luce, una scintilla reale o immaginaria che fa sì che tutto si accenda. Nella prima puntata, Giancarlo Giannini spazierà dunque tra diversi tipi di “accensioni”, da quella della prima lampadina negli Stati Uniti di fine '800, a quelle delle miliardi di stelle, fino al bagliore accecante e a volte letale di un fulmine. Nel corso del programma, Giannini si muoverà poi tra i fili luminosi della conoscenza - riprodotti metaforicamente in studio - mostrando un lato inedito di sé e alternando racconti di emozioni vissute in prima persona a grandi documentari che affronteranno un tema diverso in ogni episodio. 

Giancarlo Giannini racconta la meraviglia della scienza

Ufficio Stampa
Ti potrebbe piacere anche

I più letti