champions league  sorteggio
Epa
champions league  sorteggio
Calcio

Sorteggio Champions League, sorride il Milan e piange l'Inter. Juve e Napoli ok

A Istanbul urna sfortunata per i nerazzurri che pescano Bayern Monaco e Barcellona, mentre i bianconeri trovano il PSG delle meraviglie e il Benfica. Liverpool e Ajax rendono complicata ma possibile la qualificazione del Napoli, Milan con il Chelsea e Salisburgo.

Fortunato il Milan, bene la Juventus, benino il Napoli, malissimo l'Inter. La mano di Yayà Toure, ex grande centrocampista di Barcellona e Manchester City, non è stata benevola con i nerazzurri, che si ritrovano in un girone durissimo con Bayern Monaco e Barcellona, oltre ai cechi del Viktoria Plzen, destinati al ruolo di cenerentola del gruppo C. Per passare il turno servirà un mezzo miracolo. Meglio è andata al Milan, unica italiana nella prima fascia, che ha pescato il Chelsea in ricostruzione dopo la fine dell'era Abramovič, un Salisburgo da non sottovalutare e la più abbordabile Dinamo Zagabria. Qualificazione agli ottavi di finale d'obbligo, magari provando a dar fastidio agli inglesi in ottica primo posto, che di norma assicura un sorteggio più agevole quando inizia la fase a eliminazione diretta.

Nonostante l'insidia lusitana, esce con buone sensazioni la Juventus che, al netto di un Paris Saint Germain sulla carta ingiocabile (è da vedere, a questo punto, se i parigini lasceranno partire Leandro Paredes in direzione Torino), si dovrebbe giocare il passaggio del turno con il Benfica, non proprio un ostacolo insormontabile per i bianconeri. Decisamente meno quotato è invece il Maccabi Haifa, che non dovrebbe creare problemi a nessuna delle altre tre. Sorteggio positivo per il Napoli, chiamato a fronteggiare il Liverpool, l'Ajax e i Rangers di Glasgow. Impegni complicati ma che aprono opportunità interessanti rispetto al rischio di finire nel gruppo C (erano le due uniche possibilità per i partenopei) e dover fare i conti con Bayern e Barcellona.

Ipotizzareun poker italiano tra i migliori sedici club d'Europa pare azzardato, poiché soprattutto l'Inter deve firmare un'impresa. Nonostante l'addio di Lewandowski, il Bayern Monaco parte come una delle 3-4 principali favorite per vincere la coppa dalle grandi orecchie e l'inizio della stagione ha fugato i pochi dubbi in merito: quattro gare giocare e altrettante vittorie, con 20 gol fatti e la Supercoppa di Germania già in bacheca. A bocce ferme la squadra di Inzaghi dovrà far la corsa sul Barcellona, che tenta di rinascere sotto la guida di Xavi. Tanti volti nuovi - acquistati grazie a manovre che mettono a rischio gli introiti futuri del club, già gravemente indebitato - e clamorose dosi di talento e gioventù tra centrocampo e attacco, tuttavia lo stile di gioco blaugrana lascia abitualmente spazi che Lukaku e compagni dovranno saper sfruttare. Un fattore importante sarà anche il calendario, anche perché con i Mondiali in Qatar al via a metà novembre, la stagione sarà compressa con le sei gare del girone in programma in meno di due mesi (si inizia il 6/7 settembre, si chiude 1/2 novembre).

Compito non semplice per il Napoli che, al di là dell'attuale momento di appannamento del Liverpool (2 punti nelle prime 3 giornate di Premier League), dovrebbe giocarsi il secondo posto con l'Ajax. Gli olandesi hanno come sempre ceduto pedine importanti (Lisandro Martinez, Haller, Gravenberch, Schuurs, Tagliafico e Mazraoui, oltre al nuovo allenatore Alfred Schreuder arrivato dopo il passaggio di Erik Ten Haag al Manchester United) ma restano un serbatoio di talenti con pochi eguali in Europa e squadra che prova a imporre il proprio gioco in ogni campo. Il Napoli di Spalletti e Kvaratskhelia sembra nel complesso leggermente superiore ma il confronto diretto è aperto a ogni pronostico. A differenza di altri gruppi, inoltre, qui i Rangers potrebbero rivelarsi fastidiosi, anche perché gli scozzesi contano molto sul clima dell'Ibrox Stadium.

Mettendo il PSG da parte (anche loro partiti quest'anno col motore a pieni giri in Ligue 1), l'attuale Juventus deve preoccuparsi più di ritrovare lo smalto e i suoi titolari più che del Benfica, orfano del Darwin Núñez venduto a peso d'oro al Liverpool (75 milioni di euro più bonus). Il club gestito da Rui Costa merito senza dubbio rispetto perché ha dimostrato di saper scovare ogni anno giovani punte di diamante dal Sud America e giocare al Da Luz non è mai stato facile, tuttavia, se i bianconeri riusciranno a mostrare il loro potenziale, il passaggio del turno è a portata di mano.

Affrontare il Chelsea sarà un bene per il Milan poiché, come sottolineato da Paolo Maldini, avere un top team nel girone "può semplificare la qualificazione". Certo il Salisburgo è un club da prendere con le molle anche se, dopo aver eliminato il Siviglia ai giorni e imposto il pareggio al Bayern Monaco nell'andata degli ottavi di finale della scorsa stagione, il club della Red Bull non può più essere considerato una sorpresa.

Il sorteggio di Istanbul, dove il 10 giugno 2023 si giocherà la finale di Champions League, ha dato le migliori soddisfazioni ad altri italiani: Antonio Conte e Carlo Ancelotti. Partito dalla seconda fascia, il Tottenham dell'allenatore ex Juventus e Inter si ritrova favorita in un gruppo con Eintracht Francoforte, Sporting Lisbona e Marsiglia. Ancora meglio è andato ad Ancelotti, premiato come miglior tecnico della scorsa, trionfale, stagione (insieme a Karim Benzema, miglior giocatore della Champions League), che ripartirà con il suo Real Madrid contro Lipsia, Shakhtar Donetsk e Celtic Glasgow. Difficile sperare in qualcosa di meglio.


Questi i gironi completi:

GRUPPO A

Ajax, Liverpool, Napoli, Glasgow Rangers

GRUPPO B

Porto, Atletico Madrid, Bayer Leverkusen, Club Bruges

GRUPPO C

Bayern Monaco, Barcellona, Inter, Viktoria Plzen

GRUPPO D

Eintracht Francoforte, Tottenham, Sporting Lisbona, Marsiglia

GRUPPO E

Milan, Chelsea, Salisburgo, Dinamo Zagabria

GRUPPO F

Real Madrid, Lipsia, Shakhtar Donetsk, Celtic Glasgow

GRUPPO G

Manchester City, Siviglia, Borussia Dortmund, Copenhagen

GRUPPO H

PSG, Juventus, Benfica, Maccabi Haifa


Quando si gioca:

  • 6-7 settembre 2022
  • 13-14 settembre 2022
  • 4-5 ottobre 2022
  • 11-12 ottobre 2022
  • 25-26 ottobre 2022
  • 1-2 novembre 2022

I più letti