Società

Statue di cera: assaltati gli One Direction e Justin Bieber in "pensione" per usura

Vita difficile per le riproduzioni firmate Madame Tussauds dei beniamini delle ragazzine

Un assalto vero e proprio. E' quanto successo a Tokyo durante il primo giorno d'esposizione delle riproduzioni di cera dei One Direction al Museo Madame Tussauds giapponese.

Le riproduzioni realistiche, disponibili, immobili, a pochi metri di distanza e senza guardie del corpo di Niall Horan, Zayn Malik, Liam Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson hanno scatenato gli ormoni delle adolescenti nipponiche che hanno assaltato il quinquetto cerato baciando e "adorando" i propri beniamini come fossero in carne ed ossa.

Non è la prima volta che succede e un fatto analogo era accaduto anche in Australia. Il tutto nel giorno durante il quale arriva la notizia da New York del "pre-pensionamento" della statua di cera di Justin Bieber per "usura". La riproduzione del cantante ha scatenato l'animo fetish delle beliebers le quali, racconta una fonte al New York Post, non si limitavano a farsi fotografare con Justin, magari abbracciandolo. No: gli saltavano in braccio, lo palpavano nelle zone intime e, addirittura, lo leccavano.

"La statua non rende più giustizia sia a Bieber che al Madame Tussauds", hanno fatto sapere i responsabili del museo che hanno preso il  faccino d'angelo di Bieber e l'hanno infilato in cantina. Pare che, a breve, sia pronta una nuova statua del diciannovenne canadese e che gli esperti stiano studiando, nel limite del possibile, una cera a prova di teen-agers che, si sa, quando c'è da strapparsi i capelli per qualcuno non si tirano mai indietro, anche se si tratta di un pupazzo di cera.

Gettyimages

Ti potrebbe piacere anche

I più letti