Donne in auto? Meno abili nei parcheggi, ma più calme alla guida
Thinkstock
Donne in auto? Meno abili nei parcheggi, ma più calme alla guida
Società

Donne in auto? Meno abili nei parcheggi, ma più calme alla guida

Una ricerca evidenza le differenze al volante tra maschi e femmine

Non stupisce che l'Italia sia al settantunesimo posto del ranking mondiale in fatto di pari opportunità tra uomini e donne se, ancora oggi, è necessario sfatare il mito della "donna al volante, pericolo costante", ma certi habitus sono duri a morire e così, ancora, ci si chiede se le signore siano più o meno abili degli uomini tra parcheggi e sorpassi in autostrada

L'ultima ricerca dell’Osservatorio Linear dei Servizi  ha approfondito, in questo senso, la lunga diatriba tra uomo e donna alla guida.

Da quanto emerso per 6 italiani su 10 (60%) non vi è alcuna differenza al volante fra uomo e donna, la percentuale sale di un ulteriore 10% arrivando al 70% se a rispondere in merito sono le signore, paragonando poi lo stesso dato con la ricerca effettuata dall’Osservatorio Linear dei Servizi nel 2011 si nota un aumento del 9% della cognizione delle proprie qualità alla guida. Rimane comunque una fetta di intervistati che la pensa "alla vecchia maniera"ovvero che l’uomo sia più abile alla guida 27%, percentuale che sale se si prendono in considerazione le risposte degli intervistati maschili: 39%.

Secondo gli intervistati è l'insicurezza il peccato originale della donna alla guida (per il 32%), di contro il 31% delle persone chiamate a rispondere non nota nessun difetto al volante rispetto agli uomini. Altra nota dolente risulta il parcheggio, per gli italiani il 29% delle donne non sa parcheggiare l’auto, ammissione dato confermato anche dal pubblico femminile che ne ammette la poca attitudine (24%). Non manca anche la nota di colore, il 17% degli italiani rimprovera alle donne di pensare al  trucco mentre si è alla guida, con conseguente poca attenzione alla strada che stanno percorrendo, dato confermato dal 13% delle intervistate.

Lungi dall'essere piloti di Formula 1 anche gli uomini hanno la loro fetta di difetti: il 44% degli italiani pensa che i maschi siano troppo sicuri di sé, dato che sale al 48% se si prende in considerazione solo le risposte delle donne. La guida aggressiva che caratterizza l’uomo in auto è indicata da ben 4 italiani su 10 (41%) mentre un 34% afferma che il sesso forte guida troppo velocemente e si distrae facilmente con chiacchiere al telefono, radio e navigatore satellitare impostato mentre sono alla guida.

Nonostante questo tripudio di luoghi comuni consola che un italiano su due (47%) affermi di non avere nessun problema a riguardo se è una donna a condurre l’automobile sottolineando che non vi sono differenze mentre un 25% si dichiara sicuro quando alla guida vi è una signora. Donne alla stessa stregua degli uomini quando si è alle prese con il volante, anzi con un vantaggio: sono meno aggressive (9%) se paragonate agli uomini (48%).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti