asilo
Scienza

Bambini: il rendimento scolastico si decide all'asilo

Uno studio rivela che sviluppare attenzione, autocontrollo e memoria di lavoro li aiuta a imparare anche dopo

Un approccio educativo focalizzato sullo sviluppo delle funzioni esecutive del bambino (la capacità di evitare distrazioni, di focalizzare l'attenzione, di tenere a mente le informazioni importanti e di tenere a bada i comportamenti impulsivi) migliora il rendimento scolastico anche negli anni successivi alla scuola materna. Lo sostiene un nuovo studio, pubblicato su PLOS ONE, svolto da un team della New York University.

"La memoria di lavoro e la capacità di controllare l'attenzione, entrambe componenti importanti delle funzioni esecutive", spiega Clancy Blair, professore di Psicologia applicata alla NYU e principale autore della ricerca, "consentono ai bambini di concentrarsi e di elaborare le informazioni in modo più efficiente. I nostri risultati suggeriscono che un'attenzione combinata alle funzioni esecutive e all'apprendimento scolastico precoce costituisce la base più solida per il precoce successo scolastico".

L'aspetto più interessante dello studio è che l'applicazione del metodo Tools of the Mind (gli strumenti della mente), programma educativo che unisce alfabetizzazione, matematica e scienze con attività dirette dai bambini e gioco strutturato, ha avuto un effetto particolarmente pronunciato nelle scuole ad alto tasso di povertà. Per questo si può pensare di utilizzare questo metodo per ridurre i deficit legati alla povertà nella preparazione scolastica.

In due anni di studio controllato randomizzato, i ricercatori hanno analizzato 759 bambini in 29 scuole del Massachusetts, confrontando il programma Tools of the Mind con i programmi tipici della scuola materna. Oltre a misurare il rendimento scolastico e le variazioni delle funzioni esecutive, i ricercatori hanno anche raccolto campioni di saliva per misurare il cortisolo e l'enzima alfa-amilasi, due indicatori di risposta allo stress.

I benefici dell'autodisciplina

Rispetto ai loro coetanei delle classi di controllo, i ricercatori hanno scoperto che i bimbi che avevano seguito il programma speciale avevano un rendimento scolastico migliore in matematica, lettura e lessico. Sorprendentemente, i vantaggi acquisiti alla scuola materna sono stati sostenuti e perfino aumentati in prima elementare, soprattutto nella lettura e nel lessico, il che suggerisce che i programmi che migliorano l'autodisciplina nei bambini possono avere benefici a lungo termine.

E lo stress? Nei campioni di saliva, i ricercatori hanno trovato prove di un aumento della risposta fisiologica allo stress, quindi i bambini delle classi al centro della sperimentazione erano stati più impegnati a livello sia fisiologico sia cognitivo. "La capacità di controllare gli impulsi e di regolare i comportamenti e le emozioni è una funzione cruciale da inserire nei programmi di istruzione della prima infanzia, per garantire il successo dei bambini sia nell'acquisire conoscenze sia nell'apprendere competenze di vita", conclude Cybele Raver, coautore dello studio.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti