Lifestyle

Referendum costituzionale, i vip che votano no

E' trasversale ma compatto il fronte degli artisti che il 4 dicembre cercheranno di bloccare la riforma del Governo

Ci sono Andrea Camilleri e Fedez, Sabina Guzzanti e Anna Oxa, Ficarra e Picone e Moni Ovadia tra coloro che hanno scelto la via del coming out referendario. Un No netto alla riforma proposta dal Governo e motivato dalla più svariate ragioni.

Rosita Celentano, ad esempio, si schiera apertamente con il Movimento 5 stelle, mentre Ficarra & Picone già lo scorso maggio durante la conduzione di Striscia la Notizia avevano detto No a Renzi.

Fedez, via Facebook, ha scritto: "Manca poco al referendum. L'occasione per dire NO in difesa della Costituzione del 1948". Sulla stessa linea il suo mentore e pigmalione J.Ax.

No anche dallo zoccolo duro della cosiddetta sinistra radical chic: da Alba Parietti a Sabina Guzzanti passando da Paolo Rossi a Sabrina Ferilli e Maurizio Crozza.

Andrea Camilleri a Corriere della Sera ha dichiarato: "Pur di votare No mi sottoporrò a due visite oculistiche, obbligatorie per entrare nella cabina elettorale accompagnato. Io le riforme le voglio: il Senato deve controllare la Camera, non esserne il doppione. Ma questa riforma è pasticciata. E non ci consente di scegliere i nostri rappresentanti".

Fiorella Mannoia ha affidato a Youtube il suo pensiero sul referendum e ha detto: "Ho deciso di votare No perché certe cose proprio non le ho capite, e le cose che invece ho capito non mi piacciono".

Video Mediaset
Sabrina Ferilli: "Non sento il vuoto della maternità. Se avessi voluto un figlio a tutti i costi lo avrei fatto" - vanity Fair, marzo 2009
Ti potrebbe piacere anche

I più letti