prince_morto_009
Kevin Winter/Getty Images
prince_morto_009
Musica

Prince: i 5 tributi più belli - Video

Ieri anche Paul McCartney ha reso omaggio al compianto genio di Minneapolis nella sua città natale

"Purple Rain" è la canzone più coverizzata dai colleghi

Sono passati poco più di dieci giorni da quel maledetto 21 aprile, ma non accenna a diminuire il moto di commozione e di incredulità per la scomparsa a soli 57 anni di Prince, uno degli artisti più geniali, innovativi e dotati tecnicamente della storia della black music, e non solo.

In molti si sono riaccostati, in questi giorni, ai suoi capolavori degli anni Ottanta, in primis Purple Rain, Sign o’ the Times1999, mentre i più curiosi si sono avventurati nel mare magnum della sua frenetica produzione degli anni Novanta e Duemila, fino agli ultimi, covincenti HITnRUN Phase One e HITnRUN Phase Two.

In un periodo in cui la visibilità televisiva e la promozione sui media impiegano oggi gli artisti in modo maggiore rispetto alle sessioni in studio, Roger Nelson ha continuato fino all'ultimo a dialogare con il suo pubblico nel modo più semplice e più diretto possibile: con i suoi dischi e con i suoi concerti, vere e proprie esperienze multisensoriali, quasi dei riti collettivi officiati da questo piccolo, grande sciamano del funk elettrificato.

Nella sua immensa casa-studio registrazione di Paisley Park, Prince ha continuato a incidere brani originali, del tutto indifferente alle strategia di marketing e quasi guidato da una forza sovrannaturale, come se il bruciante demone della creatività non lo lasciasse mai riposare in pace.

Sono davvero numeorsi gli artisti che in questi giorni hanno postato un ricordo e un omaggio per celebrare il suo retaggio, ma anche le persone comuni, come il ragazzo che si è esibito in una scatenata danza nelle metro di Londa sulle note di I wanna be your lover, in un video che è diventato cliccatissimo su Youtube.

L'ultimo big, in ordine di tempo, a ricordare Roger Nelson è stato Paul McCartney, che ieri sera, in occasione del suo concerto a Minneapolis, ha eseguito un'intensa cover di Let's go crazy, brano inserito nell'indimenticabile colonna sonora di Purple rain (potete apprezzare qui sopra il video).

Vi proponiamo qui i cinque tributi più belli alla musica e all’arte di Prince, un piccolo omaggio al genio di Minneapolis. [Cliccare su Avanti]

1) Aretha Franklin - Purple rain

2) D'Angelo - Sometimes It Snows in April

3) David Gilmour - Comfortably numb/Purple rain

4) Bruce Springsteen - Purple Rain

5) Mumford & Sons - Nothing compares 2 U

Ti potrebbe piacere anche

I più letti