La cinquina finalista del Premio Strega 2016
©Musacchio & Ianniello
La cinquina finalista del Premio Strega 2016
Lifestyle

Premio Strega 2016: i 5 libri finalisti

Da Edoardo Albinati a Elena Stancanelli, ecco la cinquina di autori che parteciperà alla votazione finale dell'8 luglio

Tra i 12 libri finalisti, è stata designata la cinquina finale dell'edizione 2016 del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega.

Compongono il corpo elettorale i 400 Amici della domenica, a cui da qualche anno si aggiungono i voti di 40 lettori forti selezionati da librerie indipendenti italiane associate all’ALI e 20 voti collettivi provenienti da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto. In tutto si sono avuti 408 voti, pari all’88,69%; 4 schede nulle.
La seconda votazione e la proclamazione del vincitore avverranno venerdì 8 luglio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, con diretta televisiva su Rai Tre.

Sfoglia per conoscere i 5 finalisti.

1) "La scuola cattolica" di Edoardo Albinati

La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati con voti 202

Presentato da Raffaele La Capria e Sandro Veronesi, ci porta nella Roma anni Settanta: un quartiere residenziale, una scuola privata. Sembra che nulla di significativo possa accadere, eppure, per ragioni misteriose, in poco tempo quel rifugio di persone rispettabili viene attraversato da una ventata di follia senza precedenti; appena lasciato il liceo, alcuni ex alunni si scoprono autori di uno dei più clamorosi crimini dell'epoca, il delitto del Circeo. Albinati era un loro compagno di scuola e per quarant'anni ha custodito i segreti di quella "mala educación", che ora racconta.
Compra il libro - Scarica l'ebook

2) "L'uomo del futuro" di Eraldo Affinati

L'uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati con voti 160

Presentato da Giorgio Ficara e Igiaba Scego, cerca tracce della vita di don Milani ripercorrendone i passi, i luoghi, incontrando chi lo conobbe. A queste pagine alterna capitoli in cui racconta di "altri don Milani" incontrati in tutto il mondo: figure di insegnanti e testimoni della possibilità di un'educazione fondata sull'esempio personale, su un rigore che si coniuga con una profonda empatia.
Compra il libro - Scarica l'ebook

3) "Se avessero" di Vittorio Sermonti

Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti con voti 156

Presentato da Franco Marcoaldi e Serena Vitale, è un romanzo autobiografico che è anche la cronaca minuziosa di un Paese e di un interminabile dopoguerra. Una mattina di maggio del 1945 tre (o quattro) partigiani si presentano col mitra sullo stomaco in un villino zona Fiera di Milano alla caccia d'un ufficiale della Repubblica Sociale (o forse di tre), lo scovano, segue un ampio scambio di vedute, e se ne vanno. Da questo aneddoto domestico, sincronizzato bene o male ai grandi eventi della Storia, si dipanano settant'anni di ricordi di un fratello quindicenne.
Compra il libro - Scarica l'ebook

4) "Il cinghiale che uccise Liberty Valance" di Giordano Meacci

Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci con voti 138

Presentato da Giuseppe Antonelli e Diego De Silva, è un romanzo che racconta l’eterno mistero dei nostri sentimenti e lo fa grazie all’antico espediente di trattare le bestie come uomini e gli uomini come una tra le molte specie viventi sulla Terra. Nell’immaginario paese di Corsignano – tra Toscana e Umbria – c’è una comunità di cinghiali che scorrazza nei boschi. Uno di questi cinghiali acquista misteriosamente facoltà che trascendono la sua natura. Non solo diventa capace di elaborare pensieri degni di un essere umano, ma, esattamente come noi, diventa consapevole anche della morte. 
Compra il libro - Scarica l'ebook

5) "La femmina nuda" di Elena Stancanelli

La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli con voti 102

Presentato da Francesco Piccolo e Silvia Ronchey, è la storia di una donna che, nella forma di una confessione spudorata alla migliore amica, racconta il lato oscuro di ogni donna. Anna e Davide stanno insieme da cinque anni. Un giorno qualcosa cambia. Davide diventa violento, aggressivo e Anna scopre che si è innamorato di un’altra donna. Anna lo manda via di casa e precipita nell’ossessione. Smette di mangiare, controlla continuamente i social network dell’ex compagno e della rivale e, in un crescendo morboso, comincia a pedinarla, la conosce, la frequenta.
Compra il libro - Scarica l'ebook

I voti degli altri candidati esclusi

Ecco i voti degli altri candidati esclusi dalla seconda votazione dell’8 luglio:

- L’addio (Giunti) di Antonio Moresco con voti 94
- La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo con voti 77
- Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campo con voti 71
- La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti con voti 69
- Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono con voti 67
- Conforme alla gloria (Voland) di Demetrio Paolin con voti 50
- Dalle rovine (Tunué) di Luciano Funetta con voti 26

Prima della seconda votazione i finalisti del Premio Strega 2016 presenteranno il 18 giugno i loro libri a Salerno, mentre il 19 giugno saranno ospiti a Ravello, il 22 giugno a Montecarlo, il 23 giugno saranno a Cervo per la terza edizione di Cervo ti Strega e il 29 giugno a San Benedetto del Tronto.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti