News

Scampia, via ai trasferimenti per abbattere le Vele - FOTO

Gli inquilini dei palazzi simbolo del degrado delle periferie di Napoli traslocano nei nuovi alloggi. Le prime demolizioni nel 2017

È cominciato di fatto oggi il countdown che porterà all'abbattimento delle ultime "Vele" di Scampia a Napoli, i palazzoni del post-terremoto, scenario nelle realtà e nella finzione televisiva di Gomorra, di spaccio e guerre di camorra consumate sotto gli occhi degli incolpevoli residenti che proprio oggi, dopo decenni, hanno cominciato ad essere trasferiti nei nuovi alloggi realizzati dal Comune di Napoli.

- LEGGI ANCHE: Le donne di Scampia, il vero nemico della Camorra

- LEGGI ANCHE: Scampia, da autista dei boss a capotreno

- LEGGI ANCHE: La preside di Scampia, che della scuola ha fatto una missione

Il passaggio nelle nuove case avverrà a gruppi di 6-7 nuclei familiari, un calendario di 19 giorni, che prevede l'assegnazione dei primi 115 appartamenti. L'abbattimento delle Vele è un progetto finanziato dal Comune attraverso le risorse del Patto per Napoli, siglato nei giorni scorsi dal presidente del Consiglio Renzi e dal sindaco de Magistris.

Delle quattro vele rimaste - secondo quanto previsto - ne resterà in piedi solo una che, riqualificata e trasformata, diverrà la sede della Città metropolitana di Napoli. Il primo abbattimento è previsto per il 2017. A festeggiare l'evento, oltre agli assegnatari,gli attivisti dello storico Comitato Vele che oggi raccolgono il grande risultato dopo anni di lotta a difesa del diritto alla Casa. (Ansa)

LaPresse/Marco Cantile
12 novembre 2016. L'interno di uno degli appartamenti delle "Vele" di Scampia, Napoli.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti