Conte proroga le restrizioni fino al 13 aprile. Ma tace sull'economia
(Ansa, Epa, Palazzo Chigi)
Conte proroga le restrizioni fino al 13 aprile. Ma tace sull'economia
Politica

Conte proroga le restrizioni fino al 13 aprile. Ma tace sull'economia

Il nuovo DPCM conferma le misure in vigore già oggi fino a Pasqua. Nessuna risposta sulle misure legate all'economia e le liti con l'Europa

Come preannunciato nel pomeriggio dal Ministro della Salute Speranza, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha confermato in serata di aver fermato un nuovo DPCM che prolunga fino al 13 aprile le misure e le restrizioni in vigore nelle ultime settimane contro l'emergenza Coronavirus.


Coronavirus, la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte www.youtube.com


Il premier ha ripetuto che si intravedono i frutti delle misure restrittive e che non è assolutamente questo il momento di tornare indietro; il rischio sarebbe quello di ritrovarci al punto di partenza, se non peggio.

Chiarito in parte anche il caso del giorno, quello legato alle famose passeggiate per i bambini prima concesse e poi (come spiegato con un tweet anche dal Viminale) di fatto nuovamente vietate.

Chi però si aspettava novità sulle tematiche economiche è rimasto deluso. Conte ha soltanto spiegato che l'Italia è pronta a utilizzare il Fondo Salva Stati, il tanto discusso MES, a patto che le norme che lo regolamentano vadano riviste. Nessun accenno su nuove misure per le aziende, su tempi, nel giorno in il sito dell'Inps è stato messo in crisi dalle milioni di richieste di autonomi arrivate in poche ore.

Il testo del discorso del premier:

«Il nostro Paese sta attraversando la fase acuta dell' emergenza.- ha detto il Presidente Conte - Oggi abbiamo superato 13155 decessi. Questa è una ferita che ci addolora particolarmente, una ferita che mai potremo sanare. Ecco, non siamo nella condizione, lo voglio chiarire, di poter allentare le misure restrittive che abbiamo disposto. Non siamo nella condizione di poter alleviare i disagi e di risparmiare i sacrifici a cui si è sottoposti» ha dichiarato il Presidente.

«Siamo sempre in stretto contatto con gli esperti del Comitato tecnico-scientifico, - ha proseguito Conte - i quali ci rappresentano che si iniziano a vedere gli effetti positivi delle misure restrittive sin qui adottate. Ma, ripeto, non siamo ancora nella condizione di potere iniziare ad abbracciare una prospettiva diversa».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti