Expo 2015, dieci cose da sapere
ansa
Expo 2015, dieci cose da sapere
News

Expo 2015, dieci cose da sapere

A che punto sono i lavori, quando si svolge, dove, quanto costa il biglietto, che cosa ci sarà da vedere

Le date


L'Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015, Italia, in inglese World Exposition Milano 2015, Italy) si terrà a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015. 

Milano è stata già sede dell'Esposizione Internazionale nel 1906 con il tema dei trasporti.

Chi lo organizza


L'esposizione è organizzata da Expo 2015 S.p.A., società costituita dal Governo Italiano, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano, dal comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano.

Chi partecipa

All'Expo 2015 parteciperanno le rappresentanze di 145 Paesi (che contano il 94 % della popolazione mondiale). Alcuni avranno un proprio padiglione, altri saranno ospitati nei "Cluster", padiglioni a tema con partecipazione trasversale di vari paesi.

CI saranno anche 3 organizzazioni internazionali: le Nazioni Unite, la Comunità europea e il Cern di Ginevra, 13 organizzazioni della società civile, del volontariato, del no profit e 5 aziende multinazionali, che avranno un proprio padiglione in cui presenteranno idee legate al tema dell'esposizione.


Il tema

Il tema proposto per l'Expo in Italia è "Nutrire il pianeta, energia per la vita", e include tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dal problema della mancanza di cibo per alcune zone del mondo a quello dell'educazione alimentare, fino alle tematiche legate agli OGM. 

Alla fine della manifestazione tutti i paesi stileranno la Carta di Milano, da consegnare alle Nazioni Unite, con un preogetto per ridurre gli sprechi alimentari nel mondo del 50 per cento.

L'area espositiva

L’area espositiva è grande circa 1,1 milioni di metri quadri, e sono oltre 20 milioni i visitatori previsti nei sei mesi della manifestazione. Per mostrare l'avanzamento dei lavori, un drone con telecamera sorvola l'area e il video viene messo periodicamente online.

Leggi anche: I lavori a 100 giorni dal via

Il logo

Il logo di Expo Milano 2015 nasce nel 2011 da un concorso che ha coinvolto studenti delle scuole di design e arte architettura, moda, disegno industriale e grafica pubblicitaria. Scelto tra 710 progetti, è opera di Andrea Puppa e rappresenta un segno di luce e di vita in cui tante energie si incontrano e si moltiplicano.

La mascotte

Si chiama Foody (battezata così da un concorso tra allievi delle sucole elementari) la mascotte di Expo Milano 2015 e, secondo gli organizzatori, "racchiude i temi fondanti della manifestazione proponendoli in una chiave positiva, originale, empatica. Foody ha una famiglia di undici elementi, ognuno con caratteristiche e personalità diverse, che agiscono come veri e propri personaggi". 

I progetti

Expo Milano 2015 promuove una serie di Progetti tutti legati al tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita: il cibo, il gusto, l’alimentazione, la sostenibilità vengono declinati con diverse voci che avnno dalla cultura al femminile di WE-Women for Expo ai bambini (Childrenshare) al cinema (Short Food Movie).

Biglietti e orari

Expo 2015 sarà aperto al pubblico tutti i giorni, dal 1° maggio al 31 ottobre 2015. I biglietti sono già in vendita online, al costo di 32 euro.

È anche possibile acquistare un biglietto valido 2 giorni, oppure un pacchetto famiglia.

Inchieste e polemiche

L'organizzazione dell'evento è stata caratterizzata da numerose vicende giudiziarie legate a reati quali associazione a delinquere, turbativa d'asta e truffa, nelle quali sono stati coinvolti i vertici di Infrastrutture Lombarde e di Mantovani S.p.A.

Qui tutte le inchieste legate a Expo 2015.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti