iStock
Cronaca

Pensando alla ripresa, progettiamo una gita

Consigli per studiare da casa: 21. La liberazione prossima ventura

Pillole quotidiane per aiutare studenti (e famiglie) a organizzare lo studio in tempi di Covid-19, che nel mondo ha confinato in casa oltre un miliardo di ragazzi. A firma di Marcello Bramati e Lorenzo Sanna, dirigenti e docenti dei licei Faes di Milano, nonché autori di Basta studiare! e Leggere per piacere (Sperling & Kupfer). Ogni mattina alle 8.30 su panorama.it, consigli, dritte e buone pratiche per alunni di tutte le età.

Quale sarà la prima cosa che farete una volta usciti di casa? Così, in questi ultimi giorni recita il titolo di molti giornali, che provano ad affiancare al triste bilancio del presente i primi spiragli di rinascita e benessere. E così spronano a riflettere alcuni compiti a casa e alcuni temi assegnati a distanza dai docenti di scuole di ogni ordine e grado.

Proviamo a farlo anche noi, in collaborazione con la scuola o grazie allo spunto offerto dalla scuola stessa e progettiamo insieme una prima uscita familiare. Una gita, insomma. Una parola del linguaggio scolastico e familiare che ormai da settimane è stata dimenticata o si è aggiunta all'elenco dei tasti dolenti.

La gita scolastica è stata cancellata, rimandata, sarà rimborsata, ma di fatto è svanita, come le tante attività della scuola di cui ora sentiamo la mancanza, in questo periodo di isolamento forzato, dove sono venute meno le relazioni, la quotidianità e i momenti eccezionali, dove le risate, le paure e le emozioni sono state estromesse da aule, banchi e corridoi ed è stata confinata nello schermo.

Riappropriamoci quindi della gita e del nostro futuro, allarghiamo gli orizzonti oltre la nostra porta di casa e spingiamoci oltre, ma non troppo. Verosimilmente, rimaniamo nel nostro territorio locale.

Smartphone alla mano, libro di storia e geografia, manuale di storia dell'arte sulla scrivania, rendiamo terreno di gioia e scoperta le nostre regioni, ora così dolorosamente sofferenti. Ipotizziamo una passeggiata in montagna o il calore del sole in riva a un lago o con il mare sullo sfondo, un castello, un parco, delle mura da scalare e percorrere, a breve distanza, ma con l'emozione di una nuova prima gita.

I giovani studenti torneranno a correre felici da amici e fidanzate, per recuperare tutto ciò che ora è sospeso. Ma c'è anche una gita in famiglia da progettare, una liberazione da condividere. Prima di tornare, in parte, a separarci.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti