Ansa
Cronaca

Coronavirus, tutte le bufale su internet

Cure improbabili, notizie non confermate, complotti e fake news: ecco l'elenco aggiornato dei falsi miti nell'era della pandemia Covid-19

Nell'era del Coronavirus si moltiplicano le bufale (fake news) che vengono diffuse attraverso internet e le piattaforme social. A volte si tratta solo di notizie inverosimili, ma che catturano l'attenzione di milioni di persone in buona fede, altre di vere o proprie truffe da cui difendersi. Il modo più rapido di farlo è controllare bene quello che si legge e si condivide, cercando prima di trovare un riscontro attraverso fonti istituzionali garantite. E, come secondo step, segnalare immediatamente alla Polizia postale le comunicazioni che sono ritenute sospette. Tutti i contatti sono raggiungibili all'indirizzo www.commissariatodips.it. Ecco le principali bufale e truffe circolate in queste settimane:

VIA I RESIDENTI

In molte zone di Roma è comparso a fine marzo un falso comunicato del Ministero dell'Interno con il quale si intimava ai "non residenti" di abbandonare le abitazioni attualmente occupate. Nessuna disposizione in merito è mai stata emanata dal Viminale che mette in guardia dalla possibilità che ci siano malintenzionati con l'obiettivo di entrare nelle case lasciate eventualmente vuote.

CONTROLLI CASA PER CASA

Su gruppi Whatsapp è girato l'annuncio di un censimento casa per casa dei residenti per motivi sanitari. Falso. Potrebbe essere una truffa rivolta soprattutto agli anziani per farsi aprire.

RISPARMIARE SUGLI ANZIANI

Il Coronavirus sarebbe stato creato in laboratorio dal Governo italiano per risparmiare spesa sociale sugli anziani (popolazione più colpita) e approfittare delle condizioni per trattare sconti e migliori condizioni da parte dell'Europa. Falso

I LEONI DI MOSCA

A Mosca sarebbero stati liberati 500 leoni per dissuadere la gente a uscire di casa. Falso. La foto che circola è vera, ma scattata a Johannesburg (Sudafrica) qualche anni fa.

IL TAGLIO DEGLI STIPENDI DELLE CARICHE PUBBLICHE

Su Whatsapp gira il pdf di una finta Gazzetta Ufficiale con il provvedimento di taglio a 600 euro dello stipendio di tutte le cariche pubbliche con compensi superiori ai 54.000 euro. I soldi risparmiati sarebbero devoluti alla sistema della sanità pubblica e in parte (15%) alla Protezione Civile. Quel decreto non esiste, così come non ne esiste un altro che parla di tagli degli stipendi per i dipendenti pubblici con menzione degli operatori della sanità.

BOCCIATI CON SCUOLE CHIUSE

Altro documento falso che circola in Rete e riproduce una comunicazione del Miur (Ministero dell'Istruzione) secondo cui le scuole non saranno riaperte dopo la serrata per emergenza Coronavirus ed eventuali studenti che si trovassero con insufficienze al momento della sospensione delle lezioni saranno costretti a ripetere l'anno. Notizia smentita dal ministro Azzolina che ha esortato gli operatori dell'istruzione, gli studenti e le famiglie e cercare informazioni solo dal sito www.miur.gov.it dove c'è una pagina dedicata proprio alle iniziative per questo periodo.

I MEDICI DEL CARDARELLI IN MALATTIA

Bufala alimentata da uno scritto del direttore del dipartimento Emergenze che aveva parlato di 249 operatori sanitari dell'ospedale Cardarelli di Napoli a casa con certificati medici prodotti nel momento dell'emergenza. Falso. La direzione ha fatto sapere, dopo aver controllati, che le malattie sono solo 33 su un organico di 739 medici e di queste 4 sono per operatori affetti da Coronavirus e altrettante per affetti da gravi patologie precedenti.

L'AGLIO CONTRO IL CORONAVIRUS

Secondo alcune credenze, mangiare aglio aiuta a prevenire l'infezione da Coronavirus perché l'aglio ha proprietà antimicrobiche. Il Ministero della Salute ha precisato che non esiste alcuna evidenza scientifica di ciò.

BERE ACQUA CONTRO IL VIRUS

Circola la notizie secondo la quale bere tanta acqua contribuirebbe e lavare le vie aree spingendo il virus nello stomaco dove sarebbe distrutto dagli acidi. Il Ministero della Salute ha smentito qualsiasi evidenza scientifica. Lo stesso vale con la versione "bere bevande calde uccide il virus"; ha dimostrato di potersi replicare e di resistere anche alla temperatura di 37° che è quella corporea.

IL CORONAVIRUS VOLA PER 5 METRI

Notizia che si è diffusa sotto forma di diversi messaggi. Il Ministero della Salute precisa che non esistono evidenze scientifiche.

ANIMALI DOMESTICI CONTAGIOSI

Sui social si è diffuso l'allarme che cani e gatti possano essere veicolo di contagio per gli esseri umani, tanto da far registrare un aumento dei casi di abbandono. A chiarire che non esistono prove scientifiche sulla possibilità di essere contagiati dagli animali domestici ha provveduto la Croce Rossa Italia Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale che ha anche lanciato la campagna di sensibilizzazione #noinonsiamocontagiosi.

LAMPADA A RAGGI ULTRAVIOLETTI

Alcuni messaggi diffusi sui social parlano della possibilità di evitare il contagio utilizzando lampade a raggi ultravioletti per sterilizzare le mani o altre parti della pelle. Falso e pure pericoloso: le lampade UV possono causare irritazione e non hanno alcun effetto sul virus.

ATTENZIONE ALLE ZANZARE

Il nuovo Coronavirus può essere trasmesso dalla puntura di una zanzara infetta? Falso. Il Ministero della Salute precisa che il virus in oggetto è "respiratorio" e si diffonde principalmente attraverso le goccioline generate con la tosse, gli starnuti o la respirazione. Nessuna evidenza di un ruolo potenziale di trasmissione da zanzare.

LE SCARPE INFETTIVE

Un audio che gira su Whatsapp spiega che, se costretti ad uscire, si deve usare un solo paio di scarpe e poi lasciarlo fuori di casa perché il Coronavirus resiste anche per giorni sull'asfalto e, dunque, camminare su marciapiedi e strade significa poi portarselo appresso. In linea teorica può anche essere possibile, ma il virologo dell'università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco ha chiarito che in quel caso la carica virale è irrisoria e il contagio altamente improbabile.

ARMA BATTERIOLOGICA CINESE

Il virus sarebbe stato creato come arma batteriologica dal Governo cinese in un laboratorio di Wuhan e da lì sarebbe poi sfuggito al controllo dei suoi ideatori. Tesi supportata da un professore di diritto all'Università dell'Illinois secondo il quale il laboratorio BSL-4 è anche centro di ricerca dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

IL PIANO DI BILL GATES

Il virus è stato creato da Gates come risultato di un accordo con le case farmaceutiche per poi arricchirsi vendendo il vaccino, unico modo di sconfiggere la pandemia. Ovviamente notizia senza alcuna conferma possibile. Anzi, attraverso la sua fondazione Bill Gates ha aiutato anche la Cina nel momento dell'emergenza.

GLI ANTIBIOTICI UTILI

L'Organizzazione Mondiale della Sanità è stata costretta a precisare che gli antibiotici non hanno alcun effetto sul Coronavirus e lo stesso vale per la Tachipirina.

LA VITAMINA C

Prendere uno o due grammi di vitamina C al giorno proteggerebbe dal Coronavirus. Il messaggio è girato nelle catene Whatsapp in Italia, facendo rapidamente il giro del Paese. Tutto falso. E' chiaro che un'alimentazione sana ed equilibrata aiuta, ma in nessun modo previene o cura il virus attuale. Inutile, dunque, anche la corsa all'acquisto di integratori vari.

I MILITARI CINESI SPARANO A VISTA

Audio circolato a fine febbraio dove un sedicente italiano, bloccato nella zona del contagio, racconta che i militari cinesi sparerebbero a vista contro chi non rispetta il coprifuoco. Nessun riscontro.

USARE LA CANDEGGINA

In mancanza della tanto richiesta Amuchina, andata esaurita, si possono utilizzare altri prodotti più facilmente reperibili anche in tempo di emergenza. E' l'esempio della candeggina che, però, non serve per disinfettare le mani. Idem la miscela di alcol e acqua, meno efficace di una attenta e prolungata pulizia con il sapone.

SCREENING A DOMICILIO

A fine febbraio è circolata la notizia della messa in commercio di kit per effettuare il tampone a domicilio. A venderli sarebbe stato personale della Croce Rossa. Notizia smentita dallo stesso ente.

DISINFESTAZIONE CON ELICOTTERI

Catena circolata a inizio marzo per avvertire di una disinfestazione notturna nelle città italiane utilizzando stormi di elicotteri. Non è mai esistita come ipotesi.

MAIL CON VIRUS

Molti istituti di credito (Banca Intesa San Paolo e Monte dei Paschi di Siena a fine febbraio, ad esempio), hanno segnalato l'invio di migliaia di false mail con presente un link relativo all'emergenza Covid-19 da cliccare per ottenere informazioni utili. Attenzione: non farlo perché contiene un reindirizzamento in cui i clienti vengono indotti a lasciare le proprie credenziali per l'utilizzo dell'home banking che non vanno in nessun caso condivise via internet.

LA DOTTORESSA PENELOPE

Altro caso di tentata truffa. Una mail inoltrata con la firma di una sedicente dottoressa Penelope Marchetti, spacciata per esperta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Contiene l'invito ad aprire un allegato che è, però, infetto da un malware della famiglia 'Ostap' che registra i dati sensibili della vittima e li gira all'organizzazione.

SOSPENSIONE DEGLI STIPENDI

A inizio marzo è stata fatta circolare una falsa comunicazione su carta intestata relativa alla sospensione dei pagamenti degli stipendi pubblici per i mesi di marzo e aprile 2020. Tutto falso. Le uniche informazioni attendibili sono quelle divulgate attraverso il portale ufficiale Noipa.

GLI HOTEL DI RONALDO

Alcuni siti internazionali hanno ripreso per qualche ora la notizia che Ronaldo avrebbe riconvertito i propri hotel in presidi sanitari a disposizione delle autorità portoghesi per combattere il Coronavirus, offrendosi anche di pagare per intero le spese del personale. Tutto falso.

IL BIOCONTENIMENTO BSL-4

Messaggio diffuso con la grafica del Ministero dell'Interno secondo cui dal 15 marzo 2020 sarebbe stata applicata la misura estremamente stringente del biocontenimento BSL-4 in modo da contenere il Coronavirus. Significa bloccare tutto per 21 giorni, con nulla aperto. Notizia smentita dallo stesso Ministero.

I PANDEMIC BOND

L'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarerà ufficialmente la pandemia solo dopo il 15 marzo 2020 perché deve attendere che la Banca Mondiale possa terminare di raccogliere i 490 milioni di euro di un bond legato alle pandemie, in scadenza proprio in quella data. Bufala smentita dallo svolgimento stesso dei fatti. L'OMS ha dichiarato la pandemia il 10 marzo.

LA FALSA NOTIZIA ANSA

Sui social e nelle piattaforme di condivisione è circolata a metà marzo una falsa notizie dell'agenzia giornalistica Ansa che preannunciava a breve ulteriori inasprimenti delle misure di contenimento. La notizia era diffusa utilizzando un'immagine del sito dell'Ansa con modifiche non veritiere. L'agenzia ha sporto denuncia alla Polizia Postale.

ANIMALI DOMESTICI CONTAGIOSI

Sui social si è diffuso l'allarme che cani e gatti possano essere veicolo di contagio per gli esseri umani, tanto da far registrare un aumento dei casi di abbandono. A chiarire che non esistono prove scientifiche sulla possibilità di essere contagiati dagli animali domestici ha provveduto la Croce Rossa Italia Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale che ha anche lanciato la campagna di sensibilizzazione #noinonsiamocontagiosi.

LE SCARPE INFETTIVE

Un audio che gira su Whatsapp spiega che, se costretti ad uscire, si deve usare un solo paio di scarpe e poi lasciarlo fuori di casa perché il Coronavirus resiste anche per giorni sull'asfalto e, dunque, camminare su marciapiedi e strade significa poi portarselo appresso. In linea teorica può anche essere possibile, ma il virologo dell'università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco ha chiarito che in quel caso la carica virale è irrisoria e il contagio altamente improbabile.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti