Musica

Miriam Makeba, esce la performance inedita: My Yiddishe Momme / The Click Song

Un'esibizione improvvisata del 2008 diventa un brano di grandissima intensità: un tributo e un omaggio all'indimenticabile voce di Mama Africa

Era l'8 novembre del 2008 quando, a Castel Volturno, Mama Africa, al temine di una conferenza stampa dedicata ad un concerto contro la criminalità organizzata ed il razzismo, improvvisò per i presenti un'intensissima versione a cappella di My Yiddische Momme, per l'occasione rivisitata e rivista come My wonderful Mama.

Oggi quella performance, avvenuta poche ore prima della sua morte, è diventata un brano, nato da un'intuizione di Caterina Caselli, prodotto e arrangiato da Ferdinando Arnò. Un medley tra My Yiddishe Momme e The Click Song, disponibile su tutte le piattaforme streaming.

«Una instant song che nasce da un'idea di Caterina Caselli, legata a Miriam da un solido rapporto di amicizia. Caterina mi ha fatto ascoltare la performance di Miriam durante quella conferenza stampa del 2008 e, insieme, abbiamo pensato che sarebbe stato bellissimo farla uscire in occasione della Festa della Mamma. Così, in un solo giorno abbiamo realizzato quello che adesso potete ascoltare in streaming» racconta Ferdinando Arnò.


Miriam Makeba - My Yiddishe Momme www.youtube.com


«La sfida era riuscire ad estrapolare la voce senza perdere la forza della performance che era stata catturata unicamente dal microfono di una telecamera con moltissimo rumore d'ambiente» prosegue Arnò. «Abbiamo cercato di cucire un vestito sonoro intorno alla dinamica della sua voce, inserendo un coro, un layer di voce (Luana Heredia), violoncello (Marco Decimo) e sassofoni (Daniele Comoglio), il basso di Paolo Costa e un pizzico di elettronica. Tutto questo, come in una colonna sonora, serve a sottolineare la dinamica e l'emozione del cantato. Senza sovrastarlo e senza deviare dall'intento e dal significato della performance di Miriam. Riascoltandolo mi arrivano echi di What a wonderful world del dolcissimo Satchmo, Louis Armstrong. Sarà la parola wonderful...».

I proventi del brano verranno devoluti alla Fondazione Makeba Center For Girls Trust.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti