10 album italiani (molto attesi) in uscita nelle prossime settimane
Ansa
10 album italiani (molto attesi) in uscita nelle prossime settimane
Musica

10 album italiani (molto attesi) in uscita nelle prossime settimane

Da Renato Zero a Claudio Baglioni, passando per Samuele Bersani, Tiziano Ferro e la ristampa per i 40 anni di Colpa d'Alfredo di Vasco Rossi

Mancano ormai pochi giorni alla fine dell'estate, periodo tradizionalmente deputato ai singoli-tormentoni a uso e consumo della stagione più calda, e già la discografia italiana è proiettata al ricco mercato natalizio, quando, nel corso di poche settimane, si concentrano la maggior parte degli acquisti di cd e vinili. Abbiamo selezionato le 10 uscite discografiche più interessanti dei prossimi mesi, tra nuove pubblicazioni, ristampe storiche e album collettivi.

Gigi D'Alessio - Buongiorno

Gigi D'Alessio torna dal 4 settembre con Buongiorno, un album sorprendente, frutto di collaborazioni fin qui mai sperimentate, oltre che il primo disco della sua lunga storia realizzato senza ulteriori musicisti, ad eccezione dello stesso D'Alessio e del produttore Max D'Ambra. Buongiorno contiene 16 brani che rappresentano altrettanti mondi: il brano inedito Vint'anne fa con Lele Blade, una struggente storia d'amore e gelosia che si è consumata nel tempo, più 15 hit che nel tempo lo hanno consacrato tra i grandi della nostra musica, ripensate, riarrangiate e riscritte con la collaborazione di BoomDaBash, Clementino, CoCo, Enzo Dong, Franco Ricciardi, Geolier, J-AX, LDA, Lele Blade, MV Killa, Rocco Hunt, Samurai Jay e Vale Lambo, in nuove versioni dalle sonorità contemporanee. "È stata un'esperienza straordinaria lavorare con questi artisti, un viaggio meraviglioso che mi ha dato la possibilità di capire il loro grande talento" - racconta D'Alessio. "Credo che sia la prima volta che si realizza un progetto come questo – continua – che vede riuniti tutti insieme gli esponenti del mondo urban di una città che sta mostrando un'enorme ricchezza e molteplicità espressiva, impreziosito anche dalle presenze di J Ax e BoomDaBash".

Emis Killa e Jake La Furia - 17 (18 settembre)

Tra pochi giorni uscirà il primo album congiunto di Emis Killa e Jake La Furia intitolato 17, anticipato dal singolo Malandrino. I due rapper, tra i maggiori protagonisti della scena hip hop italiana, sono grandi amici, nonostante la differenza di età. "Jake era, ed è, il mio metro di paragone per migliorarmi. Jake è il rapper preferito dei tuoi rapper preferiti", ha dichiarato Emis Killa su Instagram. "Jake ha scritto le strofe più belle che io possa ricordare in diciassette anni di sta roba. Jake è Milano. Nonostante la mia ascesa, e il mio diventare 'uno del giro', ho sempre vissuto la sua musica da fan, anche dopo esserci conosciuti ed essere diventati molto amici". Stima ricambiata da Jake, che del giovane collega ha scritto: "La prima volta che vidi Emis Killa era piccolo, arrogante e lampadato. Ma aveva quel fuoco negli occhi che ti faceva capire che ce l'avrebbe fatta. Aveva fame. E talento. Col tempo è diventato un grande rapper, ed è diventato un grande amico, e questo è molto più difficile, ve lo assicuro. Ho sempre pensato che se un giorno qualcuno avesse raccolto la mia eredità, sarebbe stato lui".

Annalisa - Nuda (18 settembre)

Si chiama Nuda il titolo del nuovo album di Annalisa, in uscita il 18 settembre. Il significato metaforico del titolo fa parte di un percorso che Annalisa ha iniziato già con i precedenti lavori e che l'ha resa una delle voci più interessanti del panorama musicale italiano. "Nuda è un album in cui ho cercato di raccontare e raccontarmi completamente, senza risparmiare nulla, dalla leggerezza alla riflessione più profonda, dalla forza all'assoluta fragilità, c'è dentro tutto" – così descrive Annalisa il suo album. L'album, diviso in due parti che caratterizzano due stili e due mondi di Annalisa, contiene varie collaborazioni, da quella già nota con Rkomi, a J-Ax, per passare ad Achille Lauro e a Chadia Rodrigue. L'album è stato anticipato dai singoli Houseparty e dal più recente Tsunami, che porta la firma della stessa Annalisa, insieme a quelle di Alessandro Raina e Davide Simonetta, che ne ha curato anche la produzione. "Questa canzone nasce da una pagina di diario, che poi ho adattato a canzone", ha spiegato la cantante. "Sono frasi che mi ero appuntata una notte in cui non riuscivo a dormire proprio perché continuavano a ronzarmi dentro".

Lucio Battisti - Rarities (25 settembre)

C'è grande attesa per l'uscita di Rarities, una raccolta di piccole grandi perle del geniale artista di Poggio Bustone, distribuite nel corso degli anni in vari supporti: singoli, versioni alternative, rarità e B sides, che trovano in questo speciale cofanetto il giusto prestigio. Rarities sarà disponibile in due versioni, versione CD e versione LP, entrambe accompagnate da un commento traccia per traccia. Lucio Battisti dimostra inconsapevolmente di essere ancora una volta precursore dei tempi, perché in un momento storico dove il concetto di single track è tornato prepotentemente di moda, grazie alla fruizione in streaming della musica e sta nuovamente caratterizzando il mercato discografico italiano ed internazionale, lui lo avrebbe di certo intuito in anticipo, accorciando i tempi e bruciando la concorrenza. Rarieties permetterà di apprezzare tutta la gamma delle sue produzioni, che vanno oltre i pezzi più conosciuti. In questa raccolta sono contenuti brani come la rara Extended Version di "Pensieri e Parole", "Le formiche" che fu scritto per Wilma Goich, "La farfalla impazzita" portato al Festival di Sanremo del 1968 dall'insolita coppia formata da Johnny Dorelli e Paul Anka e brani in lingua straniera.

Renato Zero - Titolo da svelare (30 settembre)

Renato Zero festeggerà i suoi 70 anni con un monumentale progetto in tre album, come anticipato alcuni giorni fa da Il Messaggero. A un anno di distanza dal successo di Zero Il Folle, certificato disco d'oro e disponibile in quattro copertine differenti, i re dei sorcini pubblicherà tre dischi a un mese di distanza l'uno dall'altro: il 30 settembre (giorno del suo compleanno), il 30 ottobre e il 30 novembre. La produzione dell'ambizioso progetto è affidata a Phil e Numa Palmer, collaboratori di lungo corso del cantautore romano. "STO ARRIVANDO!", ha dichiarato Renato Zero in un recente tweet. "Questa volta mi sono fatto in tre, pur di non lasciare pause inutili alla mia fervida immaginazione. E il vostro cuore non ha mai smesso di pulsarmi accanto. 3, 2, 1, ZERO e la favola continua…"

Samuele Bersani - Cinema Samuele (2 ottobre)

A distanza di 7 anni dall'ultimo album di inediti Nuvola Numero Nove, Samuele Bersani torna sulla scena discografica il 2 ottobre 2020 con Cinema Samuele (Sony Music), una delle pubblicazioni più attese dell'anno. "Settembre porta con sè l'aria fresca di un inizio. O di un ritorno, di chi in realtà non se n'è andato troppo lontano. E oggi voglio che sia vostra la copertina del mio nuovo disco, in uscita tra poco meno di un mese. Perché mi siete mancati, mai nell'affetto. Così vi porto dentro il cinema della mia testa, con la luce della luna e l'ombra del Nettuno, a raccontare la vita come fosse una canzone. Vi abbraccio, Samuele". L'artista descrive così il suo ritorno che è contrassegnato da una vera e propria trasformazione sonora, frutto di una lunga e attenta ricerca musicale; canzoni in cui l'attualità irrompe nella sua poesia come il lampo di un proiettore che nel buio della sala arriva sul grande schermo improvviso, caldo e diretto. "Cinema Samuele" è scritto da Samuele Bersani e prodotto e arrangiato dallo stesso artista con la collaborazione di Pietro Cantarelli.

Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente (9 ottobre)

Il 9 ottobre uscirà Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente, l'attesissimo, secondo volume della raccolta delle più belle canzoni di Francesco Guccini, interamente prodotte e arrangiate da Mauro Pagani e interpretate dalle grandi voci della musica italiana. Il primo capitolo dell'opera, uscito nel 2019, ha ottenuto un grande successo. Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente conterrà moltissime sorprese: 12 tracce, un cast di grande caratura, arrangiamenti raffinati ed emozioni indimenticabili, per una vera e propria nuova pagina della musica italiana da collezionare e custodire gelosamente. Prezioso il contributo dei tanti artisti coinvolti, onorati di essere chiamati a rendere omaggio al cantautore simbolo della cultura del nostro Paese: la raccolta vedrà la partecipazione - in ordine alfabetico - di Vinicio Capossela, Emma, Fabio Ilacqua, Levante, Petra Magoni, Mahmood, Fiorella Mannoia, Ermal Meta, Gianna Nannini, Jack Savoretti, Roberto Vecchioni e Zucchero. Note di viaggio è un progetto che non vuole essere celebrativo, ma guarda al futuro attraverso le canzoni del Maestro.

Tiziano Ferro - Accetto Miracoli: L'Esperienza degli Altri (6 novembre)

Tiziano Ferro ha scelto Rimmel di Francesco De Gregori per anticipare Accetto Miracoli: l'esperienza degli altri, il secondo capitolo dell'album pubblicato nel 2019 e già certificato doppio Platino. I formati disponibili sono: doppio CD e album digitale con 25 tracce (le 13 cover più i brani di "Accetto Miracoli"), oppure LP (con le 13 cover). Per il suo primo album di cover, Tiziano ha reinterpretato 13 brani di altrettanti autori italiani che con queste canzoni hanno dato forma a piccoli miracoli nel corso della sua vita, come "luci piccolissime in fondo al tunnel, risposte, ispirazione, voglia di cambiamento, testardaggine, coraggio, risate, amore". Oltre a Rimmel, che apre l'album, Tiziano reinterpreta Morirò D'Amore portata al successo da Giuni Russo, Bella D'Estate (Mango, che l'ha composta con Lucio Dalla), Margherita (Riccardo Cocciante), E Ti Vengo a Cercare (Franco Battiato), Almeno Tu Nell'Universo (Mia Martini), Cigarettes And Coffee (Scialpi), Perdere L'Amore (Massimo Ranieri, che per l'occasione duetta con Tiziano), Piove (Jovanotti) feat. Box of Beats, Portami a Ballare (Luca Barbarossa), Nel Blu Dipinto Di Blu (Domenico Modugno), Ancora, Ancora, Ancora (brano di Cristiano Malgioglio, noto soprattutto nell'interpretazione di Mina), e infine Non Escludo Il Ritorno (scritto a quattro mani dall'indimenticabile Franco Califano con Federico Zampaglione).

Vasco Rossi - Colpa d'Alfredo - R>Play Edition 40th (27 novembre)

Sony Music (Legacy) celebra Colpa d'Alfredo - il terzo disco di Vasco Rossi uscito nell'aprile 1980 per l'etichetta discografica Targa - con la speciale edizione da collezione della serie celebrativa R>PLAY, dedicata ai 40 anni della pubblicazione dei suoi album da studio e inaugurata a dicembre 2018 con la ripubblicazione del primo album di Vasco "…ma cosa vuoi che sia una canzone…", seguita a settembre 2019 da "Non siamo mica gli Americani!", per le quali è stato creato un logo ad hoc. In una confezione tutta nuova, sarà presentata, finalmente e per la prima volta, la copertina come era stata progettata e voluta allora da Vasco: il suo primo piano con l'occhio nero e il volto tumefatto, truccato come se fosse stato pestato. Nel disco originale, per un colpo di mano dell'ultimo momento del discografico, la foto era stata utilizzata come retro e in copertina uno scatto dello stesso servizio, ma di spalle. Colpa d'Alfredo - R>Play Edition 40th è un cofanetto deluxe da collezione, in edizione limitata numerata, che includerà l'LP, il 45 giri "Non l'hai mica capito/Asilo Republic", il CD e la musicassetta, tutti con l'audio rimasterizzato da Maurizio Biancani a 24bit/192Khz, la migliore definizione attualmente possibile, partendo dei nastri master analogici di studio.

Claudio Baglioni - Titolo da svelare (4 dicembre)

"Un album ideato e composto come una volta. Vero, sincero, fatto a mano e interamente suonato". Sono le parole che Claudio Baglioni sceglie per parlare, per la prima volta, del suo nuovo attesissimo album di inediti, il primo, dopo sette anni di riflessione e scrittura, che uscirà il 4 dicembre 2020. Baglioni non rivela ancora il titolo del suo nuovo lavoro discografico (sedicesimo album in studio della sua cinquantennale straordinaria carriera). "Solo alla fine – spiega - ascoltandolo parlare e guardandolo negli occhi, saprò che nome dargli". "È un progetto – racconta - al quale ho dedicato tutto me stesso, a partire dalla scrittura, strutturata come non accadeva da tempo, su linee melodiche e processi armonici che la musica popolare, sembra offrire sempre meno. Le sonorità sono tutte vere – nel senso di "acustiche" – basso, batteria, pianoforte, chitarre, archi, fiati, voce e cori – e il ricorso all'elettronica è stato dedicato, esclusivamente, alla cura degli effetti suono e delle atmosfere. Ne sono venuti fuori dodici pezzi suonati dalla prima all'ultima nota, da un gruppo di musicisti straordinari, che fanno quello che ci si aspetta da loro: suonare con tutta la creatività, l'invenzione, l'energia e la passione - in una parola: la musicalità - che hanno dentro".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti