pitola-legittima-difesa
RichLegg/Istock
pitola-legittima-difesa
News

Legittima difesa: i limiti delle ore notturne

La riforma della legge specifica che l'uso di un'arma per difendersi è lecito solo in determinate fasce orarie. Un limite paradossale

La Camera ha approvato la nuova legge sulla Legittima Difesa, la quale ora passerà al Senato. Legge passata non senza proteste e che sta facendo ancora discutere. Quello che ha fatto più scalpore è il fatto di avere il diritto di poter tutelare la propria incolumità in determinate fasce orarie. Nello specifico, se il testo rimanesse così come è passato alla Camera, non vi sarebbe eccesso di legittima difesa se si usasse un’arma per difendersi durante le ore notturne. Questa norma mi sembra paradossale, ma andiamo con ordine, ecco i punti chiave del testo appena approvato.
 
I termini della legittima difesa

Nel testo passato alla Camera si specifica che non vi sarebbe eccesso di legittima difesa se si usasse un'arma in una reazione a un’aggressione durante le ore notturne. Deve però comunque essere rispettato il criterio di proporzione tra difesa e offesa a seconda della minaccia che si sta subendo.

L’assistenza legale sarà a carico dello Stato
Nel caso in cui fosse dichiarata la non punibilità per legittima difesa, tutte le spese legali e processuali che si dovrebbero affrontare saranno a carico dello Stato.
 
Credo che la possibilità di poter difendere la propria incolumità in caso di aggressione, specialmente se avviene tra le mura domestiche, sia un diritto che non dovrebbe avere dei limiti temporali. Questo tipo di norma, se il Parlamento dovesse definitivamente approvarla, sarebbe qualcosa di difficilmente gestibile dai cittadini.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti