Fidelio: le dieci cose da sapere
Ufficio Stampa Scala
Fidelio: le dieci cose da sapere
popular

Fidelio: le dieci cose da sapere

Oggi la Prima della Scala. Il vademecum dell'opera di Ludwig van Beethoven trasmessa in diretta anche al cinema. In Italia e non solo

Fidelio: dalle origini ad oggi

Va in scena oggi alle 18 "la Prima più importante del mondo" come l'ha definita il sovraintendente della Scala, Alexander Pereira: il Fidelio di Ludwig van Beethoven, diretto da Daniel Barenboim (regia di Deborah Warner). L'opera dura due ore e 50 minuti, intervallo incluso.

Per la prima volta il Teatro alla Scala ha organizzato anche una diretta streaming dal backstage sul sito internet del teatro e sul canale YouTube ufficiale.

Per la diretta del FIdelio al cinema, questo il sito da consultare per avere tutte le informazioni.

Secondo la regista inglese, il Fidelio è "un'opera universale capace di parlare a tutti dell'amore e della giustizia, in un momento in cui si parla dei fatti dell'Ucraina e delle decapitazioni dell'Isis". Il Fidelio è l’esaltazione dell’amore coniugale, rappresentato dalla protagonista Leonore che salva il marito Florestan da un potere prevaricatore.

Assenti alla prima il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Attesi invece il Presidente del Senato Piero Grasso, e il ministro della Cultura, Enrico Franceschini.


1) La regista

Deborah Warner si è messa in luce per le sue regie delle opere di Shakespeare, oltre che per le importanti messinscene di Ibsen e di Beckett. Daniel Barenboim, oltre ad essere uno dei più importanti direttori d’orchestra, è anche uno dei maggiori esperti di Beethoven, di cui ha interpretato con successo anche i Concerti e le Sonate per pianoforte.

2) Il cast

Il cast, di grande prestigio, vedrà Don Fernando interpretato da Peter Mattei, Don Pizarro da Falk Struckmann, Florestan da Klaus Florian Vogt, Leonore da Anja Kampe, Rocco da Kwangchul Youn, Marzelline da Mojca Erdmann e Jaquino da Florian Hoffmann.

3) Dove vedere la Prima della Scala

Se non siete tra i fortunati che assisteranno dal vivo alla Prima, potrete godervi l’opera in diretta su Rai 5 o in 14 location milanesi, a partire dalle ore 18, tra cui l’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele, la Rotonda di via Besana, l'Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, l'Atir Teatro Ringhiera, il MUBA - Museo dei bambini e il Mic - Museo Interattivo del Cinema.

Fidelio sarà anche al cinema. Oltre 200 sale italiane seguiranno l'evento in diretta. Anche i cinema di diverse città europee seguiranno live la Prima della Scala.

4) Tutto iniziò nel 1805

La prima versione del Fidelio in tre atti fu rappresentata a Vienna nel 1805 davanti a un pubblico formato quasi esclusivamente dai soldati francesi di Napoleone che avevano occupato la città. Allora non ebbe successo.

5) Il libretto

Il libretto di Jean Nicolas Bouilly, Leonora o l’amore coniugale, era stato scritto nel 1798 per l’opera del modesto compositore francese Pierre Gaveau.

6) Le ouverture

Beethoven ha scritto per il Fidelio quattro ouverture: Leonora n.2, eseguita nel 1805, Leonora n.3 nella revisione in due atti del 1806, Fidelio composto per la versione definitiva del 1814, Leonora n.1 eseguita nel febbraio del 1828, quando Beethoven era morto da quasi un anno.

7) Come Mozart

Beethoven ha scritto il Fidelio come un Singspiel, mix di dialoghi in prosa e canto, come era stato per Il flauto magico di Mozart.

8) Unicum

Il Fidelio è l’unica opera lirica scritta da Beethoven, un caso raro tra i grandi compositori.

9) Il tema della libertà

Beethoven, che aveva cancellato la dedica della Terza Sinfonia a Napoleone dopo l’incoronazione  a Imperatore, esaltò nel Fidelio la libertà dal potere oppressivo, ma anche l’amore coniugale.

10) Chi l'ha diretto

Fidelio è stato diretto da tutti i maggiori direttori d’orchestra. Il più grande di tutti è stato Wilhelm Furtwangler, che l’ha diretto nel 1948 e nel 1950 al Festival di Salisburgo. E’ disponibile un cd della sua terza direzione, nel 1953 al Theater an der Wien, con un cast stellare: Martha Modl (Leonora), Wolfgang Windgassen (Florestano), Otto Edelmann (Pizarro), Sena  Jurinac (Marcellina) e Gottlob Frick (Rocco).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti