Neonati
ANSA
Neonati
Economia

Bonus bebè, ecco come sarà accreditato alle famiglie

In alcuni casi l’erogazione da parte dell’Inps avverrà in automatico, in altri invece bisognerà fare una richiesta specifica

Con una circolare ad hoc l’Inps ha chiarito le modalità con cui verrà materialmente accreditato il bonus bebè per i nati nel 2014. L’importo, pari a 275 euro, sarà erogato nei primi mesi del 2017 alle famiglie che ne hanno diritto. Ma vediamo nel dettaglio chi riceverà in automatico il bonus e chi invece dovrà farne specifica richiesta.

Erogazione automatica

Tutte le famiglie che sono già titolari di una carta acquisti su cui ricevono l’accredito bimestrale, si vedranno erogare in automatico il bonus bebè per tutti i piccoli nati nel 2014. In tutti questi casi dunque non ci sarà bisogno di fare nessuna domanda, e la pratica si risolverà come detto in automatico.

Obbligo di richiesta

Per una serie di casi invece sarà necessario provvedere prima a fare la richiesta della carta acquisiti e poi a quella per il bonus bebè: ci riferiamo ovviamente ai piccoli nati e sprovvisti di carta (sempre che le famiglie siano nelle condizioni di farne richiesta), per i bambini minori di 3 anni adottati e non beneficiari della carta, per gli adottati di età superiore. Per quanto riguarda le procedure da seguire per effettuare le richieste, ricordiamo che per i bambini con meno di 3 anni le domande potranno essere presentate agli uffici postali, mentre per quelli di età superiore ci si dovrà rivolgere direttamente all’Inps utilizzando lo specifico modulo predisposto per questi casi.

Chi ha diritto al bonus

È il caso di ricordare che il bonus bebè è destinato alle famiglie a basso reddito che sono anche beneficiarie della carta acquisti, che come noto è un servizio introdotto nel 2008 per alleviare le situazioni di povertà. Essa può essere richiesta dalle famiglie oppure per conto dei bimbi appena nati solo in determinate situazioni economiche, che attualmente sono legate a un indicatore della situazione economica equivalente, il cosiddetto Isee, pari o inferiore a 6.788,61 euro.

Scadenze

Il bonus, che come detto è pari a un importo di 250 euro variabile in relazione al numero effettivo di beneficiari, in modo da utilizzare completamente i fondi a disposizione, potrà essere richiesto fino al 16 novembre prossimo. Ovviamente i fondi sono limitati e nel caso dovessero esaurirsi non si potrà più ottenere il beneficio. Un motivo in più per affrettarsi a farne richiesta nel caso se ne avesse diritto.  

Ti potrebbe piacere anche

I più letti