Blog

… e vissero felici e contenti … ma anche no …

L'amore è trattato a volte come una panacea universale ... ma cosa guarisce veramente il rapporto di coppia?

Una mia cara collega mi ha fatto notare una questione interessante: molte favole finiscono con “… e vissero tutti felici e contenti”. Pare che in questa prospettiva il matrimonio (o quantomeno l’unione di due individui) sia una vera e propria panacea universale: “abbiamo sofferto tanto, abbiamo affrontato mille avventure … ma ora che siamo appiccicati niente ci può più fare del male”.

Nella mia esperienza professionale però la situazione è spesso diversa … molti penseranno che sono contrario al matrimonio, ma ciò è sbagliatissimo. Io ci credo al matrimonio … eccome! Non credo solo che esso sia la cura a nessun tipo di male!

Festeggiare in presenza dei cari il proprio amore è un’esperienza meravigliosa! Ho memoria di alcuni matrimoni nei quali si celebrava un’unione autentica fra due persone … ed è stato veramente bello essere lì, testimone di ciò.     

Personalmente ritengo che però la valenza del legame fra due persone venga spesso travisata … ad esempio:

-         Il matrimonio come cura ai problemi della coppia, il matrimonio tende ad amplificare i problemi! … non a ridurli. Dopo l’entusiasmo dei primissimi tempi, dopo la torta, i confetti e la festa, restano due persone che devono relazionarsi ogni giorno … risulta ovvio che la percezione della coppia muta dopo il matrimonio - ma ciò non la mette al riparo dai problemi che c’erano prima della festa! Se da fidanzatini non si era bravi a comunicare … neanche nella vita coniugale si tenderà a parlare.  Se prima non si faceva sesso … figuriamoci a distanza di anni dalla cerimonia nuziale! Se antecedentemente al matrimonio erano presenti litigi, menzogne, suoceri noiosi e altri fenomeni di questa risma … saranno ancora tutti presenti … anche dopo una fede all’anulare!

 -         “Il mio amore ti cambierà!” … verità o delirio narcisistico? (Provate a indovinare). Ci sono film a bizzeffe nei quali lui (o lei) … sono degli autentici stronzi, doppiogiochisti, perversi, figli di puttana o fedifraghi … ma l’amore li redime! L’amore non è una cura … uno stronzo innamorato rimane uno stronzo! Non guarirete nessuno con la forza dell’amore! A questo proposito ritengo sbagliato inserire nella categoria “romantico” le pellicole dove sono presenti le conversioni miracolose dello stronzo di turno … questi film dovrebbero trovarsi piuttosto nella categoria “fantasy”.

 -         Il matrimonio non è un farmaco per la coppia … ma neanche per la propria dimensione esistenziale! …  e soprattutto non lenirà nessun tipo di problemino psicologico. La valenza terapeutica di una relazione amorosa è qualcosa di ricorrente in molte fiabe … ma nella realtà non è proprio così. Nel mondo delle favole i rospi diventano principi, le balene hanno pance simili a monolocali … e l’amore risolve tutto!  … nel nostro mondo però, anche no … chi soffre di disturbi d’ansia resterà ansioso, chi si lava 40 volta al giorno le mani resterà ossessivo, chi ascolta Justin Bieber continuerà ad ascoltarlo, e così via … E’ pur vero che nella fase di innamoramento alcune nostre problematiche psicologiche si attenuano. Ma una volta finita la fase cuoricini, arcobaleni e coniglietti si riparte con i disturbi!


Oltre ai film fantasy-romantici c’è anche un’incredibile discografia e tradizione letteraria che decanta i poteri taumaturgici della relazione di coppia. Messaggi del tipo: “il mio amore ti salverà”, “senza di te non sono niente”, “l’amore guarisce tutto” sono fin troppo comuni … un vero attacco su tutti fronti! Difficile non cascare in questa trappola!

L’amore è un sentimento meraviglioso … ma non guarisce le patologie, non ha poteri magici, non è l’equivalente di uno psicofarmaco e non è una psicoterapia …

… vi renderà solo persone più felici … ma solo se avete fatto una buona ed accurata selezione del fortunato/a al vostro fianco.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti