Benedict Cumberbatch: "Vi svelerò i segreti di Mr Wikileaks"

L'ultima scoperta del cinema britannico, il cattivo di Into darkness - Star Trek, sarà Julian Assange nel nell'attesissimo film The Fifth Estate

Credits: Ansa

Zigomi alti e occhi di ghiaccio, Benedict Cumberbatch, 37 anni, è l’ultima scoperta del cinema britannico. Figlio d’arte, educato nella stessa scuola di Winston Churchill (ma prima dell’università si è preso un anno sabbatico per insegnare inglese in un monastero buddista indiano), l’uomo che dà il volto al criminale John Harrison di Star Trek Into Darkness ha raggiunto la popolarità interpretando "il" detective per eccellenza nel serial Sherlock.

Per molti addetti ai lavori Cumberbatch è sulla buona strada per la celebrità planetaria. In Star Trek trionfa nel confronto con l’inespressivo Chris Pine (il comandante Kirk) grazie a un’interpretazione ricca di sfumature.

"Io e J.J. Abrams abbiamo cercato di creare il giusto equilibrio fra una persona terrorizzante e qualcuno per cui si prova empatia. Ho lavorato molto sulla postura e cercato di far sì che a riposo John ricordasse un rettile pronto ad afferrare la preda. Ho pensato ai suoi monologhi come a qualcosa di scespiriano e alla sua voce (baritonale, non a caso usata per animare il drago Smaug nella trilogia di The Hobbit, ndr) come un’arma per persuadere i nemici, come faceva Hannibal Lecter".

Nel prossimo attesissimo The Fifth Estate, a novembre negli Usa, interpreta Julian Assange: "Basta vedere film come Argo o Zero Dark Thirty: dimostrano che c’è un grande appetito per la politica di questi tempi". È in questo clima che Assange secondo Cumberbatch diventa una figura chiave del cambiamento, con la sua battaglia condotta sul web: "Non credo che questa situazione durerà per sempre e penso sia interessante come i social media stiano portando un processo di democratizzazione della politica, rendendola più coinvolgente e interattiva per i cittadini. Assange è alla testa di questa rivoluzione".

Il film di Bill Condon, basato sul libro Inside Wikileaks (Marsilio) del suo ex braccio destro Daniel Domscheit-Berg (interpretato da Daniel Bruhl), racconta l’avvio dell’organizzazione in grado di far tremare i servizi segreti di tutto il mondo e rappresenta, secondo Cumberbatch, uno strumento per capire: "Si tratta di anni ricchi di avvenimenti illuminanti per comprendere chi è veramente Assange, scopriremo solo in futuro le conseguenze dei suoi atti. Spero che il film faccia riflettere".

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Into darkness - Star Trek, 5 cose da sapere

In un film ricco di azione e di ironia, J.J. Abrams ci presenta un "nuovo" superbo cattivo... E un godibile spettacolo visivo

Commenti