Oskar-Fishinger
Doodle/Google
Oskar-Fishinger
Lifestyle

Chi è Oskar Fishinger, celebrato nel Doodle di Google

Pittore, astrattista, genio della motin graphic e considerato "il padre dei videclip" è stato un artista centrale nel '900

Oskar Fishinger è nato a Gelnhausen, in Germania, il 22 giugno del 1900. È a lui che Google dedica il Doodle di oggi. Ne celebra il compleanno a 50 anni dalla morte (31 gennaio 1967) dando la possibilità agli utenti di usare un sintetizzatore virtuale per creare la propria musica in immagini. Il personaggio desta curiosità. Poco noto ai più è stato invece centrale per l'arte del '900.

Chi è

Fishinger era un genio della motion graphic, pittore, e massimo esponente del cinema astratto e grande cultore della musica. La sua genialità si è infatti manifestata anche e soprattutto nella sua opera di "visualizzazione della musica".

Nato e cresciuto in una famiglia numerosa (era il quarto di sei fratelli), figlio di un droghiere e della titolare di una birreria, da piccolo oltre a dipingere aveva avviato gli studi di violino poi interrotti per difficoltà economiche.

Si laurea in ingegneria e in ambito universitario inizia i suoi studi di tecnica cinematografica che diventeranno poi dei veri cortometraggi (16 in tutto): forme anche tridimensionali che si muovono seguono ritmi musicali.

In questo senso viene considerato anche il "padre dei videoclip"

Il nazismo e l'America

Con l'avvento del nazismo l'arte di Fishinger viene considerata di "dubbio gusto". Fu costretto a scappare in America, a Hollywood, dove però non avrà vita facile. Le sue animazioni saranno infatti costrette a confrontarsi con le grandi produzioni cinematografiche dove l'estro artistico veniva sacrificato alla standardizzazione di massa (famoso nel suo caso il contrasto con la Disney per un corto animato per il film Fantasia che ritirò in quanto definì "manipolato" dalla casa cinematografica).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti