Cesare in concerto
Alessio Pizzicannella
Cesare in concerto
popular

Le 15 canzoni più belle di Cesare Cremonini

Martedì 26 maggio esce "Piùche Logico (Live)", il nuovo progetto del cantautore bolognese: 3 cd con 4 inediti e 22 brani live. Le sue canzoni più belle

Le canzoni più emozionanti

La carriera di Cesare Cremonini inizia ormai sedici anni fa quando, insieme ad alcuni amici, forma il gruppo dei Lùnapop. Da allora, lo hanno accompagnato solo grandissimi successi, soprattutto dal momento in cui la band decide di sciogliersi e Cesare intraprende una carriera da solista. Con i Lùnapop, un solo album in studio (...Squérez?), dal quale escono alcune delle canzoni pop italiane più amate di sempre. Poi, Cesare pubblica cinque dischi, ognuno dei quali contenente delle vere e proprie hit. È con questi progetti sempre pensati e curati che Cremonini riesce a farsi amare dal suo pubblico, che ora non vede l'ora di avere tra le mani (e soprattutto nelle cuffiette dei propri iPhone) il PiùChe Logico (Live): 3 CD che contengono 4 inediti e 22 canzoni live. Oltre alla notizia del nuovo disco - anticipato dal singolo Buon Viaggio (Share The Love) - anche una tournée, il "PiùChe Logico Tour 2015", che partirà il prossimo 23 ottobre da Torino.

Ora ripercorriamo le canzoni più belle di Cesare, facendoci guidare dai suoi stessi commenti (rilasciati nel corso degli anni) ai suoi brani...

15. Dicono di me ("Il primo bacio sulla luna", 2008)

Commentando il testo della canzone, Cesare ha affermato: "Dicono di me parla di pregiudizi e cerca ironicamente (e disperatamente) di esorcizzarli. Ho pensato che potesse essere un argomento molto attuale, perchè sono convinto che ancora oggi sia difficile farsi apprezzare per quello che si è veramente, e credo che ognuno di noi debba lottare (e perdere un mucchio di tempo) cercando di abbattere quei muri che caratterizzano in parte la società di oggi, più chiusa e diffidente che mai". 

14. Hello! ("1999-2010 The Greatest Hits", 2010)

Questo brano vede la collaborazione di Malika Ayane e diventa un vero e proprio inno all'amore. "Hello! è una canzone d’amore, ma è anche qualcosa di più. Parla di fiducia, di lasciarsi cadere ad occhi chiusi. L’ho scritta perché penso che questo sia il modo migliore per proteggere chi ami. Ho chiesto a Malika di cantare con me perché le nostre voci insieme trasformano una canzone che esprimeva un punto di vista unicamente maschile, in un dialogo, una forma espressiva che amo molto". 

13. Vieni a vedere perché ("Bagùs", 2002)

Questa canzone è contenuta nel primo disco da solista di Cesare, Bagùs, che in indonesiano significa "tutto ciò che è positivo, gradevole, piacevole e bello". E, in effetti, è una della canzoni più romantiche di Cremonini, e racconta della necessità dell'amore, in qualunque condizione ci si possa trovare. 

12. Latin lover ("Bagùs", 2002)

In un'intervista rilasciata in occasione dell'uscita del suo primo album da solista Bagus Cesare ha raccontato: "Latin Lover parla di qualcuno: una ragazza che chiama Simona, che pensava che io fossi un latin lover, un personaggio dello spettacolo che va con tutte. Ecco, con questa canzone volevo dimostarle che nei suoi confronti avevo intenzioni serie, che non sono uno stronzo come tanti uomini". 

11. GreyGoose ("Logico", 2014)

In una recente intervista Cesare ha raccontato: "Una mia ex fidanzata mi disse: 'Ho sempre saputo che mentivi... ma come mi piaceva crederti'! GreyGoose non parla di vodka ma proprio di questo: di tante piccole bugie che, messe insieme, formano una piacevole verità. Di quel piacere che proviamo tutti, uomini e donne, nel desiderare e nell'essere desiderati. Credo che GreyGoose possa diventare, in un certo senso, la 50 Special dell'età adulta: ha una durata da hit e in quei 3 minuti e 30 secondi sfodera un testo ironico e diretto, oltre ad un linguaggio che io stesso uso nella vita di tutti i giorni. GreyGoose è una delle canzoni che preferisco di tutto il disco". 

10. La nuova stella di Broadway ("La teoria dei colori", 2012)

Una delle canzoni più belle de La teoria dei colori. È stata ispirata dal film e musical "Chicago" con Richard Gere. Infatti, la storia della canzone (ripresa anche nel videoclip girato da Fabrizio Cestari) racconta di due tipici personaggi newyorkesi: un business-man con una situazione economica non perfetta e una ballerina di jazz, che ha come unico sogno quello di diventare una star di Broadway. In questa cornice, i due si incontrano e trascorrono una notte insieme. Ma il letto vuoto in cui si trova la mattina dopo lascia l'uomo di nuovo solo.

9. Se ci sarai - con i Lùnapop ("...Squérez?", 1999)

È il quarto singolo estratto dall'album con i Lùnapop, ...Squérez?. Racconta di un amore che non trova senso se non è ricambiato. È un amore giovanile, dove la passione viene prima di tutto. La spensieratezza della canzone ha sicuramente fatto da colonna sonora a tantissimi giovani amori. 

8. Io e Anna ("Logico", 2014)

Una canzone sotto certi aspetti rivoluzionaria. Ecco perchè: "Cosa succede alle vite dei protagonisti delle canzoni che amiamo, quando la musica finisce? Che fine avranno fatto ad esempio i protagonisti di Anna e Marco, il capolavoro di Lucio Dalla che raccontava in modo cinematografico il sentimento e la fragilità di due anime di periferia? Avranno avuto dei figli? Una casa in centro? O si saranno comprati a rate una grande macchina, o solo vissuto la classica crisi di coppia del settimo anno, oppure vagheggiano ancora sotto la stessa luna sognando di fuggire? Queste sono le domande a cui ho cercato di dare risposta, non senza ironia, scrivendo questa canzone. Io e Anna parla di loro. Marco è la parte debole, forse più immatura, ma ancora sognatrice. Ad Anna invece improvvisamente manca qualcosa. È l'amara riflessione su una storia che sembrava eterna, ma che si scontra con il cinismo e la freddezza dell'amore ai tempi dei social network e dell'apparire. Io penso che tra gli accordi di questa canzone ci sia la difficoltà tutta del nostro tempo nell'instaurare rapporti a lungo termine".

7. PadreMadre ("Bagùs", 2002)

"PadreMadre è nata alla chitarra a Milano Marittima. L’ho scritta sul letto in una versione più lenta, ma con un testo già molto forte. Questo testo era talmente esplicito e raccontava talmente tanto di me che avevo paura ad inserirla nell’album. Ma alla fine abbiamo deciso di realizzarne una versione più dura e forte. Fondamentalmente racconto quello che io vorrei dire ai miei genitori, ma che non sono riuscito ancora a dire da quando sono scappato di casa…" diceva Cesare nel 2002 a Rockol.it

6. Il comico (sai che risate) ("La teoria dei colori", 2012)

È il primo singolo estratto de La teoria dei colori (2012). Il giorno prima dell'uscita della canzone, Cremonini ha commentato in questo modo sulla sua pagina Facebook: "Cosa si prova, ora? Domani Il comico (sai che risate), il primo figlio di questo nuovo album, esce in tutte le radio italiane. Ma già da stanotte "a mezzanotte e un minuto" (!!!) lo si potrà scaricare da I-tunes. Ho ricevuto già tanto dalla musica, ma sembra che questa nuova canzone voglia portare in regalo tanto di più. Sta per nascere il mio nuovo vestito ragazzi, finalmente, ma prima di fare sul serio voglio dirvi un'ultima cosa. Grazie. Per farmi sentire, ogni volta, il più bello della festa. In bocca al lupo, comico!!".

5. Buon viaggio (Share the love)

È il singolo che anticipa il nuovo album PiùCheLogico (Live). Ecco il messaggio di Cesare sulla sua pagina Facebook per lanciare questa meravigliosa canzone:

Eccoci qua. Una canzone. Come si scrive una canzone? E perché la si scrive? Bene, oggi è il giorno giusto per dirlo. Perché ne sta per nascere una davvero speciale per me. Forse persino più speciale di Logico e de Il comico, che pur avevano e hanno un posto prediletto nel mio cuore. Ma Buon Viaggio (Share The Love) è una canzone nata in modo ancora più spontaneo, forse. È uscita dall'ultimissima penna che ho voluto provare, con la voglia di lasciare al passato tutti, ma dico tutti, i noiosi. I giorni. Le parole. E le persone. È una canzone che parla di te, non di chi è al tuo fianco. E parla di amare, non di amore. Di vivere, e non di vita. Come diceva quella canzone? Il mio amore non sa giudicare, è troppo libera per farlo.

Semplicemente.

Grazie a tutti! Sarà l'antipasto di tante belle cose! Un bacio

4. 50 special - con i Lùnapop ("...Squérez?", 1999)

50 special esce come singolo nel 1999. Non c'è molto da dire: è stato il tormentone di quell'estate (ma non solo). È la canzone della giovinezza di Cesare e di tanti altri ragazzi come lui. Le prime "storie d'amore", i primi viaggi con la Vespa: è il racconto di un'intera generazione. Ne è una prova il fatto che ancora oggi è apprezzata da tutti. Nessuno escluso.


3. Marmellata#25 ("Maggese", 2005)

Il commento di Cesare: "Dedicata ad Erica, amore vero. Una casa che rimane impregnata di odori, di ricordi, di suoni e di oggetti appartenuti ad una storia d'amore. La canzone però descrive cronologicamente ciò che succede dal momento in cui ci si accorge della solitudine determinata dall'abbandono, fino a quando tutto si risolve accettandola, esorcizzandola, facendo sì che i ricordi siano i compagni della propria solitudine, loro stessi la cura, la guida alla via d'uscita. La "Marmellata" ("...quella che mi nascondevi tu, l'ho trovata", dice l'ultimo verso della canzone) è la metafora della propria felicità. È possibile ritrovarla, se si indaga su se stessi, autoironicamente, su quello che è accaduto. Non c'è tristezza del cuore che non si possa sanare tramite se stessi. Il prezzo da pagare è la maturità, la fine della serenità inconsapevole dell'adolescenza, ma questa è la vita, non c'è via di scampo. Per questo ho aggiunto il numero 25 al titolo, la mia età. Perché l'età conta, in amore, eccome. 25 anni per me sono stati la fine di un periodo di confusione, di perdite, di abbandoni, ed è a 25 anni che ho trovato seriamente la mia "marmellata". Ma l'ho trovata solo ed unicamente perché sono stato costretto, come tanti, alla solitudine. È quando si è soli che si iniziano a cercare le cose perdute, e con coraggio le si può trovare"

2. Un giorno migliore - con i Lùnapop ("...Squérez?", 1999)

Cesare ha affermato: "Sicuramente uno dei pezzi meglio riusciti melodicamente. Ricordo quando la scrissi. La dedicai ad una ragazza di cui ero cotto a sedici anni. La registrai su un piccolo nastro e la portai al bar sul walkman, andai da lei e le dissi: 'Questa l'ho scritta per te!'. Fu un bel momento che non scorderò mai". 

1. Logico#1 ("Logico", 2014)

In un'intervista a Sorrisi, Cesare ha raccontato: "Logico#1 in sé è una canzone d’amore, perché parla della ricerca disperata dell’amore. È una riflessione con me stesso: passare dalla ricerca di un’anima gemella alla ricerca di un complice. Nelle tante incertezze che viviamo c’è bisogno di un proprio simile, di qualcuno con cui lottare, piuttosto che qualcuno con cui “completare l’opera”. Alla mia età è ancora concesso sognare ma c’è un maggiore attaccamento alla realtà".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti