Beatles: 50 anni di "Help!" - Le 5 cose da sapere
Getty Images
Beatles: 50 anni di "Help!" - Le 5 cose da sapere
Musica

Beatles: 50 anni di "Help!" - Le 5 cose da sapere

Il film diretto da Richard Lester è uscito nelle sale inglesi il 29 luglio 1965

Una canzone, un album e un film di successo

Per una canzone riuscita sono fondamentali i primi 20-30 secondi e l’inizio di Help!, uno dei singoli di maggior successo dei Beatles, è uno dei più trascinanti della luminosa carriera dei Fab Four. Inciso negli Abbey Road Studios di Londra il 13 aprile 1965, Help!, oltre che un brano fortunato, è stato anche un album importante, che ha traghettato il quartetto di Liverpool verso il successivo Rubber soul,e un film di successo diretto da Richard Lester. Oltre alla title track, Help! conteneva brani indimenticabili come Ticket to ride, You’ve got to hide your love away e soprattutto Yesterday, frutto del genio melodico di Paul McCartney.

Vediamo insieme, cliccando le frecce laterali, le 5 cosa da sapere su Help!, di cui oggi ricorrono i 50 anni dall’uscita nei cinema del Regno Unito.

1) Lo stile musicale

Composta quasi interamente da John Lennon nella sua casa di Weybridge, Help! fu concepita originariamente come una ballata, ma la produzione fece pressioni per accelerarne il ritmo, in modo da trasformarla in una hit. Lennon,  nonostante il successo ottenuto in tutto il mondo, si dichiarò dispiaciuto di questa scelta, che comprometteva la sua concezione originale della canzone.

2) Il testo

La canzone era un vero e proprio grido d’aiuto di Lennon, che in quel periodo si sentiva un “Elvis grasso”. La morte della madre, la crisi del suo matrimonio con Cynthia, la sua fedele e premurosa moglie, l’uso sempre più massiccio di droghe, i ritmi infernali della vita da rockstar: queste le cause del suo malessere, che peggiorò anche nei due anni successivi. Un testo triste , a cui faceva da contrappunto una melodia allegra e contagiosa.

3) Il film

Così come A Hard Day’s Night dell’anno precedente, anche Help! ebbe origine come colonna sonora dell’omonimo film, sviluppandosi poi come un album autonomo con i sette brani del film inseriti nel lato A dell’LP e gli altri sette brani, tra cui il capolavoro Yesterday, nel lato B. Il lungometraggio, diretto da Richard Lester, non è certo passato alla storia del cinema. La storia parte da un anello, appartenuto a dei seguaci della Dea Kalì, che finisce per sbaglio nella mano destra di Ringo Starr, il batterista dei Fab Four. Inizia così una caccia all'anello che parte da Londra e finisce alle Bahamas, passando per le Alpi svizzere. La trama è quasi un pretesto per far ascoltare le eccellenti canzoni dei Beatles.

4) Il successo

Il disco, pubblicato come 45 giri con I'm Down sul lato B, fu contemporaneamente in cima alla hit parade statunitense e britannica. Help! raggiunse il primo posto in classifica in Canada, Irlanda, Italia, Olanda e Norvegia. E’ risultato il terzo singolo più venduto del 1965 dopo Unchained Melody dei The Righteous Brothers e (I Can't Get No) Satisfaction degli amici/rivali Rolling Stones.

5) Le cover

Gli U2 e gli Oasis hanno riproposto spesso dal vivo Help! nella versione rallentata, così come era stata concepita da Lennon. Fra i tanti artisti che hanno coverizzato Help! spiccano Deep Purple, Carpenters, Bananarama, Kylie Minogue, Dolly Parton, Tina Turner, John Farnham, Rick Wakeman, The Damned, Caetano Veloso, Howie Day e Fountains of Wayne. La versione preferita  da John Lennon era quella di Henry Gross.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti