motorola-edge-30
Motorola
motorola-edge-30
Smartphone e tablet

Un telefono da record: Motorola lancia lo smartphone 5G più sottile

L’Edge 30 ha uno spessore di appena 6,79 millimetri, un primato nella sua categoria. È un prodotto di fascia media, ma con caratteristiche alte a un prezzo basso

All’interno della confezione, un po’ per aumentare l’effetto sorpresa, si presenta inserito nella custodia protettiva in plastica, inclusa nella scatola come le cuffie, il cavo e l’adattatore per la ricarica. Una scelta già questa in controtendenza, mentre la corrente del settore vuole ridurre al minimo la dotazione all’acquisto, costringendo gli utenti a mettere mano più volte al portafogli.

Denudandolo, spogliandolo del suo involucro, svela il suo effetto speciale, che si scoprirà non essere il principale: la prima cosa che colpisce dell’Edge 30, da poco presentato da Motorola, è la sua linea snella, aggraziata, davvero contenuta. Un campione di portabilità in tasca. Ha uno spessore di appena 6,79 millimetri, un record tra i modelli 5G sua classe. Che, a prescindere dalla tenuta nel tempo di questo primato (il mercato è talmente in subbuglio da non dare certezze perpetue), lo renderà per sempre gradevole, alla pari dei colori raffinati, del comparto per la fotocamera non invasivo, armonico al contesto.

L’Edge 30 è un ibrido interessante, una forte candidatura per un «best buy», soprattutto in questa fase. È un prodotto di fascia media con caratteristiche premium e un posizionamento di prezzo che tende verso il basso: costerebbe 550 euro, ma in via promozionale è disponibile a 400 euro (o 399,90 euro per essere fiscali). Uno sconto importante per avvicinare due categorie di pubblico, più under che over: chiunque sia attento al design, al look del suo accessorio di stile preferito; i creatori di contenuti, che oltre all’estetica badano alla resa per alimentare i loro canali social.

motorola-edge-30 Motorola

A livello di dotazioni tecniche, infatti, non ci sono lacune: il display, super piatto, è un Oled Fhd+ da 6,5 pollici con frequenza di aggiornamento pari a 144Hz e HDR10+, che fuori dalle sigle assicura fluidità, nitidezza e brillantezza sia mentre si guardano video, sia nello scrolling più compulsivo; la fotocamera frontale è da 32 megapixel, per selfie e filmati in soggettiva, il sensore principale è da 50 megapixel e offre una messa a fuoco particolarmente potente. La batteria è da 4.020 mAh, il processore è lo Snapdragon 778G+, per velocità e archiviazione si arriva fino a 8 giga di ram e 256 giga di spazio.

«È un prodotto bello e performante. Raccogliamo e spingiamo più avanti l’eredità di Motorola, che ha contribuito a scrivere le regole del design nel settore della telefonia e le cui creazioni trovano oggi posto in vari musei, oltre che nella memoria di tantissime persone» spiega Carlo Barlocco, Executive Director Motorola Europe Expansion. Che si dice soddisfatto dei lavori in corso: «In Europa siamo ripartiti un paio di anni fa, lanciando prodotti caratterizzati dalle linee curate, da colori accattivanti ma senza esagerare con le cromie, unendo a tutto ciò l’innovazione tecnologica, un elemento che in Motorola c’è sempre stato. Il retaggio americano si portava dietro modelli con schermi molto grandi, abbiamo iniziato a ridurli per venire incontro alla sensibilità e alle richieste del pubblico, incluso quello più giovane».

L’Edge 30 è la sintesi e una tappa di un percorso ampio: «Abbiamo le spalle coperte» prosegue Barlocco «perché facciamo parte di Lenovo, leader mondiale dei pc e tra i nomi di riferimento in quello dei tablet. Con loro stiamo contribuendo a costruire un ecosistema che garantisce sicurezza, integrazione tra i prodotti, un’esperienza di vendita all’altezza delle aspettative dei clienti. Non puntiamo tutto sul prezzo, naturalmente ci muoviamo in un’arena e vogliamo competere con gli altri. In sintesi, posso dire che stiamo sviluppando un progetto sostenibile».

Prossimamente arriveranno altri telefoni di vario posizionamento di listino, più, è probabile, una versione aggiornata dello smartphone pieghevole, nicchia in continuo allargamento in cui Motorola ha saputo dire la sua riportando sugli scaffali il mitico Razr, arricchendolo anche con il 5G. A cui ora, dopo la flessibilità, con l’Edge 30 ha dato la sottigliezza più estrema.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti