Moda

Sandali e sneakers, i must-have di Bruno Bordese. Ecco come sceglierli

Designer esperto da oltre 25 anni di scarpe artigianali dallo stile urbano, super comode e allo stesso tempo di tendenza, veri e propri status symbol indossati da artisti e creativi in tutto il mondo, Bruno Bordese dedica la sua vita alla calzatura ben fatta e moderna, da indossare trasversalmente in ogni momento della giornata.

Le sue creazioni sono riconoscibili, frutto della sua personalità appassionata, eclettica e meticolosa; amate da chi le indossa già alla prima calzata che rivela una cultura del saper fare un oggetto di tendenza e di design che possiede però la funzionalità di far camminare davvero confortevolmente.

Il concept stilistico prevede una continua sperimentazione di materiali diversi, l'arte della forma e della struttura, il tocco sapiente delle finiture che traggono spunto dal lifestyle delle nuove generazioni, perché la prima regola per Bordese è quella far stare al passo coi tempi la sua professione.

L'ultima collezione maschile e femminile rivisita modelli iconici estivi, i sandali, che divengono passepartout per piscina, spiaggia e trekking, dalla calzata poggiata su una comoda suoletta in E.V.A., materiale veramente soffice che dà l'idea di camminare appoggiati in un morbido cuscino (di soli 400 grammi).

Nei modelli da donna le sproporzioni delle silhouette rimarcano con treccione rigonfie lo stile multifunzionale, adattabile ad una passeggiata sul mare, agli aperitivi in città, al relax nella casa di campagna e persino a casa, in tutte le ore della giornata.

Per l'uomo, le allacciature sono tecniche di velcro con tiranti in tecno nylon.

Alternativa maschile al sandalo, le storiche espadrillas con soletto imbottito e cuciture couture, un paio di sneakers in canvas oppure le ginniche che si usavano negli anni Ottanta tradotte con suola ultra leggera e design arrotondato.

Un tocco di glamour in più lo danno i colori, totalizzanti, dal nero metropolitano, al bianco ottico, fino alle tonalità neutre e sabbia, in versione 'nude' per la donna.

Dal 2020, Bruno Bordese entra a far parte del gruppo Asap Ltd in vista di una nuova espansione commerciale, oltre agli accordi consolidati nel tempo con negozi cult come Luisa Via Roma a Firenze e Antonioli a Milano.



Attento e attivo alle esigenze del vivere urbano, ispirato dall'arte, dalla musica e dai viaggi, il designer racconta cosa influenza il suo stile, il suo concetto di eleganza moderna e dà alcuni suggerimenti.

«I tanti viaggi che ho fatto, le tante culture che ho conosciuto, da oriente a occidente, hanno infuso in me questa sorta di poliedricità che ha sempre avuto una forte influenza in tutti i miei percorsi stilistici. La mia passione per la musica, ad esempio, mi ha permesso di avvicinarmi a i migliori artisti e dj mondiali e di restare a confronto con la linfa vitale della gioventù con la quale mi trovo sempre a mio agio e dove il mio stile si rispecchia».

Qual è il tuo concetto di eleganza moderna, rilassata e al tempo stesso versatile?

«Le mie creazioni da sempre mettono al primo posto comfort e poliedricità pur essendo talmente particolari da evidenziare il carattere e l'eleganza di chi le porta. In questo nuovo ultimo decennio quello che percepisco è che ci sia un'attrazione verso oggetti con carattere e unicità. Il successo planetario della sneakers, portata su tutto anche con il completo sartoriale, sdrammatizza e allo stesso tempo enfatizza il look».

Da intenditore, quali sono i 3 consigli principali di Bruno Bordese per scegliere la scarpa giusta?

«La mia attenzione passa sicuramente per tre verifiche principali: primo, il comfort e la leggerezza dato che la scarpa deve accompagnare e sostenere camminata e piede; poi l'innovazione e la tecnica unite possibilmente al design al passo coi tempi; infine, il carattere dell'oggetto e la sua effettiva portabilità».

Le tendenze di questa estate e cosa indosserà lei?

«Sandali, sandali, sandali! Le tendenze estive 2021 nel mondo della calzatura rispecchiano a pieno la mia visione. Per la donna, il piede è il protagonista, quindi deve restare molto visibile, avvolto da sinuosi modelli che ne esaltano l'eleganza del portamento, in chiave super morbida e leggera pur mantenendo sempre la femminilità di chi le indossa.

Anche per quanto riguarda l'uomo, essere comodi è priorità, passando da sandali ispirati ai surfisti Californiani di fine anni Ottanta, alle sneakers in canvas e ai desert boots in morbido nabuk con colori ispirati alla natura delle sabbie desertiche. Una anticipazione del prossimo inverno saranno sempre gli stivali avventura realizzati però con macro suole dai pesi ultra leggeri sia per uomo che per donna, oltre agli stivali al ginocchio alla cavallerizza e un innovativo mocassino arricchito con suola Vibram disegnata da me in occasione del loro 80esimo anniversario».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti