Moda

Moncler Genius, la collezione outdoor firmata Craig Green

Moncler, il marchio leader per i capi d'alta montagna nato nel 1952 a Monestier-de-Clermont, Grenoble, in Francia, ha da sempre affiancato allo stile una costante ricerca tecnologica sulle esigenze dell'outerwear e della quotidianità metropolitana.

Rilevato nel 2003 da Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato, ha poi ampliato l'offerta che oggi rientra in un portfolio di collaborazioni speciali collegate fra loro dal concept del progetto: «Moncler Genius -The Future Starts Now».

Questa visione del futuro, fruibile subito e senza vincoli di temporalità stagionali, viene editata da più menti creative con una loro propria individualità che definisce le varie sfaccettature dell'identità di Moncler.

Lasciar fluire la creatività in una frammentazione di diverse voci aiuta ad incontrare le esigenze e l'unicità dei clienti oppure i loro diversi ruoli interpretativi.

L'ispirazione centrale, il piumino Moncler, viene lasciato libero di trovare altre interpretazioni stilistiche, trasformato in capi outerwear e loro variazioni.

Una di esse, Moncler Craig Green, dell'omonimo stilista londinese conosciuto in tutto il mondo per lo stile performante con cui il prodotto dialoga con il corpo, trae spunto dagli elementi della natura nel rileggere i capi pensati per l'outdoor e per la montagna.

La collezione progettata per la stagione estiva nasce dalla riflessione sull'evoluzione del rapporto con la vita all'aria aperta nell'ultimo anno, in una rivoluzionaria e rinnovata libertà di connettersi con essa e l'impulso vitale che ne deriva.

Un nuovo monogram identifica i capi segnati da linee a spirale che creano un effetto zoomorfo (un ornitorinco o una rana?), volutamente ambiguo.

L'elemento anfibio e acquatico fanno da cornice a queste nuove uniformi leggere e antivento che uniscono materiali diversi, come cotone e nylon, scaldati dalla palette colori intensa, verde salvia, blu elettrico, fango, arancione, rosso e giallo.

Parka lunghi, giubbotti increspati, k-way e shirt jacket si abbinano a pantaloni chino tecnici, sneaker e borse monogram, sempre con studiati contrasti, trasparente e opaco, trapuntato e liscio, opaco e lucido.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti