Moda

Positano Fashion Day

La meravigliosa cornice di Positano ospita la seconda edizione di Positano Fashion Day

La Costiera Amalfitana è sicuramente una location unica e affascinante che contribuisce a definire l’orgoglio italiano agli occhi del mondo e in special modo Positano ne rappresenta il fiore all’occhiello.

Ma non dimentichiamo che Positano è anche famosa per aver definito negli anni uno stile di eleganza made in Italy preciso grazie ai valori estetici e artigianali unici e distintivi. Ed è probabilmente questa la ragione che, già dallo scorso anno, ha portato il Comune di Positano a ripristinare quella famosa manifestazione che era Positano Moda Mare, oggi Positano Fashion Day, un evento mirato a promuovere questo stile inconfondibile.

«Continua il supporto dell’amministrazione comunale a uno dei principali indotti della nostra cittadina, la “Moda Positano”, che ancora oggi valorizza il nostro territorio e il nome di Positano nel mondo» racconta il sindaco Giuseppe Guida a proposito dell’evento. Il merito va anche all’assessore Giuseppe Vespoli, consigliere comunale con delega al Turismo e alla Cultura, dinamico e visionario, che negli ultimi anni ha promosso e inaugurato iniziative trasversali legate al mondo dell’arte e della musica oltre a porsi in prima fila per sostenere il Positano Fashion Day.

Thomas Ferrarese

La moda, come ben sappiamo, è creazione ma anche evoluzione, la scuola di pensiero italiana è da sempre impegnata a salvaguardare tradizioni e artigianalità proiettandole nel contemporaneo. Seguendo questo assioma anche questa edizione Positano Fashion Day si è avvalsa della collaborazione con IUAD, Accademia della Moda di Napoli che ha chiesto a una serie di studenti di interpretare in chiave contemporanea lo stile Positano. «Grazie alla sinergia creatasi con l’Accademia di moda IUAD, siamo giunti oggi alla seconda edizione del Positano Fashion Day, un progetto ambizioso volto a valorizzare la nostra moda attraverso il coinvolgimento degli studenti di Accademia e delle nostre aziende sul territorio» ribadisce Giuseppe Guida.

Una sinergia tra studenti e artigiani (che hanno fornito i preziosi tessuti e parte dell’expertise maturata) che ha dato vita a progetti originali e soprattutto a una visione nuova di questo stile inconfondibile. «Sono molto felice di questa collaborazione con il Comune di Positano. L’evento non è una semplice sfilata, ma il rilancio della Moda Mare Positano, una collaborazione sinergica tra le aziende della zona, che hanno messo a disposizione i loro preziosi e iconici tessuti, e gli studenti dell’Accademia. Trovo che per i ragazzi sia una bella opportunità per non perdere le tradizioni ma al tempo stesso mettere le basi per un futuro di rinascita e di nuove opportunità» afferma Michele Lettieri, presidente IUAD.

Dodici gli studenti chiamati a interpretare ed esporre i propri progetti, presentati con una sfilata, presieduta e presentata dalla giornalista Cinzia Malvini nella cornice dell’originale Piazza dei Ricordi di Positano. Un contest terminato con la premiazione del progetto più originale, decretato da una giuria di giornalisti del mondo della moda, che per questa edizione è andato a Thomas Ferrarese, a cui è stato conferito come premio da parte del Comune di Positano una borsa di studio del valore di 1.000,00 euro.

Al di là del vincitore bisogna sottolineare che tutti e 12 i progetti hanno dimostrato un alto livello di creatività accompagnato da un buon livello di apprendimento delle tecniche artigianali e delle manipolazioni materiche.

A chiudere l’evento la sfilata delle collezioni di nove artigiani/brand che, con un atteggiamento più tradizionale, hanno espresso in modo corretto il vero stile della moda Positano.

I più letti